Mostre imperdibili: l’ossessione nordica, a Rovigo

L’ossessione nordica. Böcklin, Klimt, Munch e la pittura italiana. Rovigo, Palazzo Roverella, dal 22 febbraio al 21 giugno 2014. Una mostra curata da Giandomenico Romanelli con la collaborazione di Alessandra Tiddia

A Palazzo Roverella, per la prima volta, i grandi pittori del Nord messi a confronto con gli italiani per il racconto della storia di una grande, pacifica conquista intellettuale ed emotiva, di una fascinazione che cambiò l’arte in Italia. E non solo.

Vittorio Pica, geniale critico e storico dell’arte, segretario generale della Biennale di Venezia dal 1919 al 1927, definiva “ossessione nordica” la grande fortuna della cultura pittorica nord-europea presso gli artisti lombardi e veneti, chiamati a rappresentare l’Italia alle prime edizioni della Biennale. Una sorta di malattia che Pica, così racconta in una preziosa testimonianaza raccolta nel  catalogo della mostra (Marsilio) da Giandomenico Romanelli.

Il visitatore che entra per la prima volta in alcune sale della sezione italiana di questa quarta mostra di Venezia […] non può non osservare che parecchi dei nostri pittori, specie se veneti o lombardi, si appalesano profondamente influenzati dall’arte nordica, tanto da rinunciare ad alcuni tradizionali caratteri dell’arte italiana per presentarsi camuffati da Scozzesi, da Scandinavi o da Tedeschi. […] Ebbene, diciamolo pure […] parecchi di essi, sotto l’ossessione nordica, hanno a torto rinunciato a certe essenziali doti latine. (V. Pica, L’arte mondiale alla IV Esposizione di Venezia. Numero Speciale di «Emporium», Bergamo, 1901).

L’arte nordica fu protagonista  della Biennale di Venezia sin dalla nascita, nel 1895. In un mondo dell’arte ancora pregno dei residui dell’arte pompier e delle manifestazioni dell’ ufficialità accademica internazionale, i nordici erano l’elemento di novità, la vera svolta verso la modernità e, a volte, la rivoluzione dei linguaggi. Boecklin, Hodler, Klimt, Klinger, von Stuck, Khnopff e poi gli Scandinavi di varie tendenze come Zorn, Larsson e Munch, hanno profondamente influenzato, come quelle prime Biennali dimostrarono, scelte, linee artistiche e culturali pur andando a incrociare le differenti tendenze nell’arte italiana del primo Novecento. E più di una generazione di artisti italiani ne rimase contagiata, da de Chirico a De Carolis o De Maria. E Sartorio, Morelli, Previati, Laurenti, Fortuny, Wolf Ferrari, tra i tanti.

Il percorso traccia l’evoluzione delle prime Biennali che da vetrina dell’arte storica e pompier vede il trionfo del Simbolismo e poi l’attenzione alle Secessioni di Monaco, Vienna, Darmstadt.
Un’attenzione particolare è riservata al momento ‘svizzero’ della cultura tedesca – con Boecklin e Hodler- così come ai grandi viennesi e tedeschi – Klimt, Klinger e von Stuck– impegnati tra evocazioni mitologiche e dense interpretazioni simboliste dei miti non meno che della vita e dell’anima della belle époque mitteleuropea. Ci sono i silenziosi e spirituali paesaggi nordici, gli avvolgenti interni domestici e poi i ritratti in cui la figura umana si fa carico dei nuovi strumenti di conoscenza e descrizione delle psiche nelle sue molteplici e contraddittorie valenze.  In breve, la pittura dei nordici conduceva a mondi e a sensibilità diverse, lontane, potenti. Le loro immagini nell’Italia provinciale all’alba del secolo sortivano un fascino che colpiva dentro. Raccontavano altri luoghi, reali e fantastici, popolati di sentimenti profondi, di miti, di sogni, di simboli. Lontani in apparenza, in realtà universali, come il sogno e le profondità dell’essere. www.palazzoroverella.com
(g.m)

 

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le trame della soap Un Posto al Sole per la prima settimana del mese di dicembre.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la prima settimana di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne: Riccardo spiazza tutti e sceglie Camilla. Martina accusa la coppia di falsità

Nel corso della registrazione di Venerdì 3 Dicembre, c’è stata un’altra scelta, questa volta a sorpresa. Riccardo Gismondi è uscito dal programma di Maria De Filippi […]

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag