Mostre imperdibili. Elliott Erwitt: la retrospettiva, a Torino

Elliott Erwitt: Retrospettiva. 17 aprile – 1 settembre 2013 Torino, Palazzo Madama – Corte Medievale

Ha 84 anni, Elliott Erwitt e un’inesauribile senso della normalità che sembri lo porti a dimenticare d’essere uno dei fotografi più grandi d’ogni tempo. “E’ un ottantaquattrenne intelligente e spiritoso, che parla del suo lavoro in modo molto naturale, senza eroismi di sorta”, sottolinea Angela Madesani in quell’intervista che accompagna il catalogo realizzato per la retrospettiva di Palazzo Madama (Silvana editoriale). E invece in Erwitt tutto parla di straordinarietà, lui che appena ventenne s’imbatte nei mostri sacri Edward Steichen e Robert Capa (che lo invita nel ‘53 a far parte di Magnum Photos), lui che diventa fotografo della Casa Bianca ai tempi di Kennedy e che da del tu alle star di Hollywood ma che con la stessa passione ed uno sguardo sempre a cavallo tra tenerezza e ironia ama riprendere la gente comune, i bambini, e poi cani, che “sono creature comprensive,… persone interessanti con più peli”. E così anche un microscopico chihuahua con tanto di cappottino ha la sua storia da raccontare quando Erwitt scende al suo livello. E il cagnolino, una pulce, accanto ai piedi della padrona ci guarda negli occhi mentre il fotografo ci regala uno scorcio di mondo ad “altezza cane”. Fa tutto parte di quella “commedia umana” che Erwitt contribuisce con maestria a mettere in scena, sia quando fa leva sull’ironia per riprendere i campi di nudisti o gli uomini assorti davanti al dipinto della Maya desnuda, sia quando, da Ebreo, riprende l’entrata di Auschwitz, in uno scatto dove si tocca il silenzio “è semplicemente un crudo promemoria di un luogo che vivrà nell’infamia per sempre”, dice.

Andando al di là delle perfezione stilistica delle sue immagini, la lucidità con la quale Erwitt ha saputo mettere in posa il mondo è la cosa che non smette di sorprendere, soprattutto perché è un fotografo dell’istante: “Si tratta di reagire a ciò che si vede, senza preconcetti si possono trovare immagini da fotografare ovunque, basta semplicemente notare le cose e la loro disposizione, interessarsi a ciò che ci circonda e occuparsi dell’umanità e della commedia umana”, afferma a rivendicare ancora una volta la “normalità” del suo sguardo. Sguardo che nel 1955 lo spinse a cogliere nello specchietto di un’automobile parcheggiata su una spiaggia il bacio appassionato tra un uomo e una donna. È diventata la sua foto simbolo, perfetta, tanto da indurre a pensare ad una sapiente costruzione “a tavolino”, ed anche in questo caso sarebbe un capolavoro. E invece no, stampata solo dopo 25 anni, quell’immagine era addirittura rimasta dimenticata tra i provini. Così la racconta Erwitt: “Durante i viaggi si scattano molte immagini, che poi si conservano senza necessariamente pubblicarle. Così, esplorando i miei provini, ho trovato questa che inizialmente non avevo notato. L’ho stampata e, sempre per caso, è diventata una delle mie immagini più distintive. In questi anni ho iniziato a riguardare la mia produzione, trovandone altre che avevo ignorato o semplicemente non sviluppato. È ciò che fai quando diventi vecchio”.

L’esposizione torinese propone una selezione di 136 fotografie in bianco e nero, scelte fra quelle che hanno consacrato Elliott Erwitt come uno dei più grandi fotografi di fama mondiale. Il percorso è composto da tre sezioni, ciascuna delle quali è incentrata su un tema significativo all’interno del vasto repertorio iconografico del fotografo, tra bambini, animali domestici, personaggi famosi, scatti pubblicitari, scorci di città, visitatori di musei. Organizzata con Magnum Photos, la mostra nasce in collaborazione con il Comune di Torino e la Fondazione Torino Musei. Informazioni: www.palazzomadamatorino.it (g.m)

 

Gossip

Brad Pitt invita l’ex moglie Jennifer Aniston a cena ma lei rifiuta

Stando a quanto riportano i magazine di gossip, e in particolare la rivista britannica Heat, Brad Pitt sarebbe stato “friendzonato” dalla sua ex moglie, Jennifer […]

TV

Anticipazioni Americane Beautiful: Caroline torna da Thomas

Anticipazioni Americane della soap Beautiful, rivelano che presto assisteremo ad un ritorno di fiamma tra Caroline e Thomas.

TV

Stasera Casa Mika ultima puntata: martedì 6 dicembre 2016

Stasera, l’ultima puntata del One man show condotto da Mika, ospiterà un grande nome della musica internazionale: Kylie Minogue.

Musica

Guns N Roses tutti i dettagli sul concerto di Imola a Giugno 2017

Dopo tanta attesa finalmente è stata confermata l’unica data italiana del tour europeo dei Guns N’ Roses. Il gruppo sarà a Imola il 10 Giugno 2017 […]

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le trame della soap Un Posto al Sole per la prima settimana del mese di dicembre.

TV

Anticipazioni Il Segreto: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Scopriamo le anticipazioni della soap Il Segreto per la prima settimana di dicembre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag