Mostre imperdibili. Bookhouse, così l’arte contemporanea riscrive i libri

Bookhouse. La Forma del Libro. Catanzaro, MARCA –
dal 4 maggio al 5 ottobre 2013. Una mostra a cura di Alberto Fiz

Omaggio al libro a oltre cinquecento anni dalla sua nascita. Il libro come oggetto che sintetizza contenuto e contenitore, il libro come promessa, simbolo, desiderio, fonte, mistero, scoperta e straordinario arnese tecnologico “perfetto come la ruota” per Umberto Eco, e superiore a tutti gli altri  perché, come sottolinea Alberto Fiz : “Mentre la tecnologia evolve in maniera bulimica rendendo inutilizzabili i computer di soli cinque o dieci anni fa e i supporti durevoli si sono dimostrati straordinariamente fragili, il libro, con qualche minimo restyling grafico, sfida il tempo e le mode senza mai abdicare”. Il libro tra gli oggetti prediletti degli artisti contemporanei, forme del possibile e dell’immaginario di pronto e rapido utilizzo. E non è un caso che il libro, così come gli archivi e le biblioteche, siano al centro del dibattito artistico contemporaneo: l’edizione 2012 di Documenta ha dedicato una parte considerevole delle opere a questo soggetto e la Biennale veneziana di quest’anno s’intitola Palazzo Enciclopedico  .

 

Alicia Martin: Singularidad 2011-2012, installazione site-specific, Ciudad de la Cultura, Santiago de Compostela

Alicia Martin: Singularidad 2011-2012, installazione site-specific, Ciudad de la Cultura, Santiago de Compostela

All’ingresso del MARCA, una Torre di Babele con 8 mila volumi accoglie i vistatori e sulla facciata una cascata di letteratura che scende dalla finestra, è l’opera emozionale della spagnola Alicia Martin. Poco più in là, la libreria esplosa di Claes Oldenburg e Coosje Van Bruggen e una camera da letto formata con copertine e segnalibri, ideata dallo svizzero Peter Wüthrich come ironica ipotesi ambientale. Bookhouse si presenta così, con la sua Babele libraria e cinquanta artisti di fama che sondano a modo loro questo universo di carta e parole.

Dennis Oppenheim, Upper Cut, 1992, legno, compensato, schiuma indurita, libri d’arte,

Dennis Oppenheim, Upper Cut, 1992, legno, compensato, schiuma indurita, libri d’arte,

Il significato del libro risiede nella sua forma pensante. – afferma Fiz – Se fosse semplicemente un contenitore di testi o di immagini, sarebbe già stato spazzato via. Mantiene, invece, il proprio ruolo primario in quanto è un oggetto sensibile, in grado di creare un rapporto simbiotico con il lettore e, nello stesso tempo, ha la capacità di organizzare il pensiero. Un messaggio, quello proposto dal libro, partecipativo e polisemico che fissa il provvisorio in permanente e dove l’unità fisica presuppone l’unità di senso”.

 

Da Claes Oldenburg a Michelangelo Pistoletto; da Anselm Kiefer a Pier Paolo Calzolari; da William Kentridge a Irma Blank; da Pierre Alechinsky a Jiri Kolar; da Jannis Kounellis a Candida Höfer; da Giulio Paolini a Dennis Oppenheim; da Mimmo Paladino a Airan Kang; da Enzo Cucchi a Emilio Isgrò, da Vincenzo Agnetti a Rashid Rana, da Michael Rakowitz a Ceal Floyer: la sfilata di nomi in mostra è imponente. E spettacolari sono i lavori site-specific realizzati da alcuni artisti, come Idiom, l’installazione di 8 mila libri alta quattro metri dell’artista slovacco Matej Krén. Qui un gioco di specchi crea una spirale infinita di volumi in un labirinto di colori e forme. C’è il libro danzante collocato in una soluzione di 800 litri d’acqua del coreano Kibong Rhee e Hanging Book, l’installazione dell’americano Richard Wentworth che ha rielaborato il proprio progetto realizzato nel 2009 per la Biennale di Venezia. Da Documenta 13, arriva, poi, il libro in pietra di Michael Rakowitz che vuole essere una riflessione, non priva di speranza, sugli orrori della storia.

Il viaggio intorno al libro coinvolge biblioteche e archivi passando dal cavallo-libreria di Mimmo Paladino che contiene i volumi dell’Ulysses di James Joyce illustrati dallo stesso Paladino, all’immagine fotografica di Candida Höfer dedicata alla Biblioteca Nazionale di Napoli dove si relazionano storia e architettura. In questo ambito, ecco From The Entropic Library la straordinaria scultura di Claes Oldenburg e Coosje Van Bruggen di nove metri di lunghezza proveniente dal museo di Saint-Etienne. Si tratta di un’opera del 1989 dove il grande maestro della pop art americana fa esplodere una libreria interrogandosi sul caos linguistico e culturale. Una biblioteca della memoria è quella proposta da Anselm Kiefer mentre per Michelangelo Pistoletto il libro è l’estensione dello spazio e per Pier Paolo Calzolari rappresenta un elemento sospeso in continua metamorfosi. L’immagine fisica del libro nelle opere di Enzo Cucchi e Giulio Paolini, mentre Jannis Kounellis si sofferma sulla dimensione primaria del segno.

Il compito di raccontare le sperimentazioni tecnologiche del Terzo Millennio è affidato allo ZKM di Karlsruhe, il Centro di Arte e Media più importante a livello internazionale diretto da Peter Weibel che affronta la sfida imposta da un sistema dove il libro non è più un corpo solido ma liquido in progressivo movimento.

Claudio Parmiggiani: Parla anche tu, 2005, libro e cuore di ferro

Claudio Parmiggiani: Parla anche tu, 2005, libro e cuore di ferro

Le suggestioni e le problematiche imposte dalla mostra sono moltissime e comprendono la scultura-dentiera di Dennis Oppenhiem, la biblioteca di fumo di Claudio Parmiggiani, il Cristo cancellatore di Emilio Isgrò, il Libro dimenticato a memoria di Vincenzo Agnetti. E poi il misterioso video del russo Dmitry Prigov The Evangelist o con un altro video, quello di Gary Hill Big Legs Don’t Cry che già nel 1985 ipotizzava la presenza sensoriale del libro. Altre suggestioni giungono dalla poltrona-libro di Art & Language dalle microsculture in carta di Sabrina Mezzaqui, dalla raccolta di libri su Vincent Van Gogh di Stefano Arienti, dall’inquietante video di Paolo Canevari che fa bruciare a fuoco lento Mein Kampf o dalle accumulazioni di Gianfranco Baruchello. Nuovi interrogativi giungono dal libro che attende di essere scritto ipotizzato da Gregorio Botta, dalle riscritture di Irma Blank; dal libro bruciato di Robert Rauschenberg o dalla onirica proiezione della Lettura proposta da Jean-François Guiton.

Il percorso comprende anche le false architetture di Clegg & Guttmann, i disegni del libro cancellato nel video di William Kentridge Anti-Mercator, per proseguire con il paesaggio-libro di Ceal Floyer o con le sedimentazioni archeologiche di Maddalena Ambrosio; con i quadri elettronici di Davide Coltro, con la biblioteca sommersa di Per Barclay o con il libro in tessuto di Maria Lai, l’artista novantatreenne scomparsa nei giorni scorsi.

Bookhouse. La Forma del Libro è organizzata dalla Provincia di Catanzaro con il contributo della Regione Calabria e rientra nel progetto POR Calabria FESR 2007/2013. Ideata e curata dal direttore artistico del MARCA Alberto Fiz. (www.museomarca.info ) (g.m)

 

TV

Anticipazioni Una Vita: quale sarà il destino di German?

German e Manuela sono morti, eppure anticipazioni spagnole fanno sperare in un ritorno della Manzano, cosa ne sarà invece del suo amato Medico?

Gossip

L’ultima esterna di Claudio e Mario: video

Claudio e Mario “paparazzati” da una fan nell’ultima esterna insieme a Napoli. L’esterna è stata registrata tre giorni fa, i due ragazzi erano nel capoluogo campano […]

TV

Il Segreto Anticipazioni Spagnole: Francisca ha ucciso Salvador Castro

Anticipazioni provenienti dalla Spagna scagionano Soledad, non è lei ad aver ucciso Salvador Castro…

Gossip

Nove mila euro alla Arcuri per accendere un albero di Natale

Sarà Manuela Arcuri la madrina per l’accensione dell’Albero di Natale a Salerno. Un evento tradizione che da il via ai festeggiamenti pubblici organizzati nella città ogni […]

Musica

Tiziano Ferro raddoppia i concerti a Roma e Milano

Il 2017 segnerà l’atteso ritorno live di Tiziano Ferro. Dopo il grande tour negli stadi italiani e nei palazzetti europei del 2015, Tiziano torna finalmente […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta di Claudio Sona!

L’attesa è finita. Oggi, Venerdì 2 Dicembre, si concluderà il trono gay di Uomini e Donne con la scelta di Claudio.  Scelta che sarà tra […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag