Milano, l’Autunno Americano avvolge la città

Oltre cinquanta eventi per 150 giorni di programmazione sono i numeri salienti del programma di ‘Autunno Americano’, un progetto del Comune di Milano (presentato ieri) realizzato con 24ORE Cultura – GRUPPO 24ORE e Arthemisia Group e il supporto di numerosi sponsor

Dal cheesecake allo swing, passando per Steve Jobs e Jackson Pollock, la musica di John Cage, quella di Bob Dylan e quella di Miles Davis, poi il teatro di Arthur Miller, l’immancabile Marilyn, la videoarte e il cinema sperimentale e, ancora Warhol, Mark Rothko e la ricerca scientifica, anch’essa pienamente acclusa nel mito americano. Mito che non si sintetizza in 50 eventi ma che certo la qualità degli interventi e dei protagonisti sopra citati (vivi o morti che siano) aiutano a delineare e ad evocare.

In occasione dell’Anno della Cultura Italiana in America abbiamo voluto rendere omaggio alla tradizione di un popolo amico, la cui cultura nel Novecento ha contribuito fortemente alla costruzione dell’immaginario moderno e alla formazione di molti di noi – ha detto in presentazione l’assessore alla Cultura del Comune di Milano Filippo Del Corno –. Per questo abbiamo voluto costruire un programma molto ricco, con un taglio multidisciplinare, che costituisse un focus approfondito sull’arte e la cultura americane, dagli anni Trenta fino a oggi”.

Grazie a un programma prestigioso e di grande qualità siamo riusciti ad aggregare istituzioni, enti pubblici e privati intorno ad un unico palinsesto, condividendone spirito, obiettivi e contenuti – ha proseguito l’assessore Del Corno –. A dimostrazione di come intorno a un progetto di qualità si possa creare un nuovo patto tra utilità pubbliche e utilità private e realizzare una nuova alleanza per la cultura a Milano”.

Un palinsesto di peso, tanto da meritare un logo tutto per sé ed una campagna di comunicazione mirata che troveremo, attraverso uno slideshow,  anche sullo schermo dell’Urban Center in Galleria, negli aeroporti di Linate e Malpensa, nelle metropolitane, sugli autobus e in molti altri luoghi della città.

BRAIN_Il fulcro della comunicazione_©AMNHR.Mickens

BRAIN_Il fulcro della comunicazione_©AMNHR.Mickens

 

 LE MOSTRE
Il cartellone dell’’Autunno Americano’ presenta numerosi eventi di rilievo assoluto (e che approfondiremo via via), intanto poggia su tre mostre centrali:

A Palazzo Reale, a partire dal 24 settembre, Pollock e gli Irascibiliracconta l’arte a New York dal 1931 al 1966, trentacinque fondamentali anni per lo stravolgimento dei canoni dell’arte tradizionale (che vi abbiamo anticipato qui)  mentre dal 24 ottobre, sempre a Palazzo Reale, va in scena il genio di Warhol. Infine, dal 18 ottobre, al Museo di Storia Naturale aprirà al pubblico Brain. Il cervello, istruzioni per l’uso’, una mostra scientifica dedicata al cervello, che arriva dal National Museum of Natural History di New York.Castello Sforzesco, Palazzo Reale e Museo del Novecento dedicano all’arte e alla cultura americana degli anni ’50 un ciclo di conferenze, incontri e approfondimenti.

pollock_pollock_e_irascibili1

 

LA MUSICA

John Cage

John Cage

Tra le iniziative pensate per omaggiare il mondo musicale di quegli anni, il 22° Festival Milano Musica, che sarà centrato sul grande compositore statunitense Morton Feldman; una particolarissima rilettura di Song for Drella’, capolavoro discografico di Lou Reed e John Cage in memoria di Warhol; mentre, per tre serate consecutive, Milano accoglierà Bob Dylan e la sua band. A Palazzo Reale, invece, un omaggio alla musica di Cage, un “elenco telefonico” dei più rappresentativi compositori contemporanei della città con ‘New York Telephone Book’, le interpretazioni di uno tra i più autorevoli pianisti e studiosi della scena USA, Emanuele Arciuli, e l’esecuzione del Quartetto II, scritto da Morton Feldman per il Kronos Quartet.

 

IL TEATRO

Il tormento e l’estasi di Steve Jobs’

Il tormento e l’estasi di Steve Jobs’



In diversi teatri milanesi andranno in scena opere che rappresentano pietre miliari della storia dello spettacolo americano, comeLa Torre d’avorio’ e ‘Morte di un commesso viaggiatore’, oppure che rappresentano momenti fondamentali della sua storia, sia essa artistica, sociale o politica: il duello Frost/Nixon’, storico scontro mediatico tra l’ex Presidente dimessosi dopo lo scandalo Watergate e l’anchorman David Frost;  oppure ‘Il tormento e l’estasi di Steve Jobs’ che intreccia i successi di Jobs e della Apple alle rivelazioni sul «prezzo» umano pagato per produrli; o ancora, straordinariamente in Sala delle Cariatidi a Palazzo Reale per due repliche,  ‘Rosso’, spettacolo ispirato alla biografia del pittore americano Mark Rothko, maestro dell’espressionismo astratto e protagonista, insieme agli altri artisti della Scuola di New York, della mostra ‘Pollock e gli Irascibili’. E altri ancora.

Forst - Nixon

Forst – Nixon

 

VIDEOARTE E CINEMA SPERIMENTALE

Nam-June-Paik

Nam-June-Paik

Ci sarà anche spazio per il cinema con tre appuntamenti: nell’ambito della 23 edizione di Invideo, la Mostra Internazionale dedicata alla videoarte e al cinema sperimentale, che celebra la ricorrenza del cinquantenario dell’opera exposition of music-electronic television dell’artista statunitense di origine coreana Nam June Paik, considerata oggi il primo atto concreto di videoarte; il Milano Design Film Festival, che presenta una rassegna di film sull’architettura e il design, realizzato in collaborazione con l’American Foundation Design on screen; e il programma cinematografico Da Pollock alla Pop Art – dalla tela allo schermo’, che si articola in tre “capitoli”: il primo dedicato a all’espressionismo astratto di Jackson Pollock e Mark Rothko; il secondo su Andy Warhol e la Pop Art; il terzo pensato per illustrare l’avanguardia espressiva cinematografica della scena newyorkese dagli anni Cinquanta ai primi anni Sessanta.

Rosso

 

LO SWING

SWING'N'MILAN6 

 

‘Swing’n’Milan’ è la prima edizione di un festival che porta il ballo Swing a Milano: la musica dal vivo animerà le serate al ritmo di lindy hop, charleston, boogie woogie, balboa, in una ballroom dell’America anni ‘30 e ’40,  con abiti e make-up vintage che renderanno le atmosfere tipicamente ‘groovie’ e magiche dell’America di quei tempi.

SWING'N'MILAN2

 

MUFFIN, CHEESECAKE, POLLO FRITTO E OLTRE

 

Anche il tema della gastronomia americana entra nel palinsesto dell’Autunno Americano. Fra gli appuntamenti, un ‘open day’ di laboratori di cucina tradizionale, dove si potrà imparare insieme ai pastry chef a preparare alcuni dolci tradizionali come i brownies; e una Thanksgiving Special Night’ a Palazzo Reale nel giorno del Ringraziamento per tutti i visitatori delle mostre ‘Pollock e gli Irascibili’ e ‘Warhol’.

 

L’EDITORIA

 

Il programma dell’’Autunno Americano’, prevede infine uno speciale polo tematico all’interno del palinsesto di Bookcity, la cui seconda edizione si svolgerà a Milano dal 22 al 24 novembre. Tra i molti appuntamenti, un focus su Miles Davis con immagini, parole e note dedicate al grande musicista in occasione dell’uscita della sua biografia, e una Reading Jam Session a Palazzo Reale.

 

Programma dettagliato su www.autunnoamericano.it.

(g.m)

 

 

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag