Louvre, una mostra crea un caso diplomatico

Doveva essere l’evento per celebrare la riconciliazione tra Francia e Germania, ma rischia di scatenare una nuova guerra. Si parla della mostra del Louvre “Dalla Germania, 1800-1939. Da Friedrich a Beckmann”

A volerla erano stati nientemeno che François Hollande e Angela Merkel e doveva essere parte integrante delle celebrazioni del Trattato dell’Eliseo, patto col quale, nel 1963, i due Paesi suggellavano pace e collaborazione a venti anni e passa dagli eventi bellici e dopo secoli di discordie più o meno armate. I tedeschi però non pare abbiano preso bene il concept dell’esposizione che ha innescato un acceso dibattito. Da quanto apprendiamo da Le Figaro, essenzialmente i critici lamentano che i curatori siano caduti nel luogo comune di presentare una visione semplicistica e caricaturale dell’arte tedesca basata su un “look dark” e ossessioni legate al nazismo.

L’arte tedesca è sempre stata programmata per il disastro e la guerra? Una mostra al Louvre sugli anni 1800-1939 questo suggerisce e fa scattare così uno scandalo politico-culturale“, ha protestato il settimanale di centro-sinistra Die Zeit. La polemica è iniziata ancor prima dell’apertura della mostra, quando il Centro tedesco per la storia dell’arte (Caha) di Parigi, che ha collaborato all’iniziativa ma è rimasto escluso dalla stesura dei testi delle guide,   lamentava che la mostra, nella sua forma attuale, non contribuisce alla “comprensione”, all’ “amicizia” o alla “riconciliazione”.

12577_xl
Per il Caha, il filo conduttore della mostra doveva essere Goethe, la cui teoria del colore aveva influenzato Klee e il Bauhaus; e questa scelta avrebbe messo ordine nel racconto di un periodo confuso in cui l’arte tedesca non era dominata da una scuola. Invece, il Louvre ha scelto di semplificare ulteriormente, costruendo la propria storia della Germania secondo un modello nietzschiano, ovvero classificando le 200 opere in due categorie: dionisiache e apollinee. Il risultato renderebbe alla visione un senso ossessivo dell’arte tedesca del tempo, affascinata dalla malinconia, dalla guerra, dai miti tedeschi e dalle leggende saccheggiate dai nazisti. In breve, l’esposizione restituirebbe l’immagine di un paese limitrofo “tormentato, oscuro e pericoloso,” come scrive la Frankfurter Allgemeine Zeitung .

E’ l’opposto di quello che volevamo fare, mi dispiace – si giustifica Sébastien Allard, capo curatore del dipartimento di pittura al Louvre e co-curatore della mostra – . Con la presentazione di tre grandi temi – il riferimento ellenico, il concetto di paesaggio e la questione dell’individuo  – è stata giustamente tenuta fuori l’interpretazione teleologica della storia “.

E se i media tedeschi non concordano con gli organizzatori sull’interpretazione di alcuni dipinti e su molto altro, di mezzo ci vanno anche i volti sfigurati di Otto Dix che per i curatori riflettono l’ossessione della prima guerra mondiale ma che per i tedeschi riflettono l’impasse della mostra nelle opere cosiddette “dell’arte degenerata“, quella vietata dai nazisti. E’ contestatissima la decisone di chiudere la mostra con il film famoso sulle Olimpiadi del 1936, Olympia, di Leni Riefenstahl, regista e fotografa strettamente associata con Adolf Hitler e il nazismo (guarda video). Infine, i critici tedeschi si dicono offesi per le troppe omissioni. Mancano Dürer, Kandinskij, Macke, l’espressionismo del Blaue Reiter, il Bauhaus e il Die Brücke con Kirchner e Nolde. E nulla viene detto sulla cosmopolita Berlino degli anni ’20, dove le donne guidavano, capelli al vento, grosse automobili. “E’ vero, non abbiamo mostriamo queste correnti, proprio perché sono molto internazionali – ammettono i curatori. – Abbiamo cercato soprattutto di aumentare la consapevolezza dell’arte tedesca“.

E d’altronde non è per nulla facile riuscire a incidere sul modo che gli altri hanno di vederci. Noi di quaggiù, noi 60 milioni di inaffidabili “macaroni” lo sappiamo bene. (g.m)

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag