Londra, le mostre più belle dell’estate 2013

Dall’antichità ad oggi, ecco una piccola guida alle mostre che la capitale del Regno Unito ha in serbo per questa estate 2013. A Londra, infatti, l’arte non va in vacanza

ROYAL ACADEMYSummer Exhibition 2013 (fino al 18 agosto)

Giunta alla sua 245ma edizone, la Summer Exhibition alla Royal Academy è ancora un gran momento clou del calendario artistico londinese. Una finestra su tutte le aree del mondo dell’arte contemporanea con la possibilità di ammirare più di 1.000 opere in tutti gli stili e media, tra cui pittura, incisione, fotografia, scultura, modelli architettonici e film. In mostra, tra l’altro, la serie di sei arazzi di Grayson Perry dal titolo La Vanità delle piccole differenze. Suggestiva la sala dedicata alla ritrattistica, con nuove opere di Frank Auerbach, Tom Phillips, Michael Craig-Martin e Alex Katz a sottolineare il ruolo che la ritrattistica ha svolto nella storica manifestazione e l’importanza di questo genere all’interno della pratica artistica oggi. Da non perdere, inoltre, una nuova scultura di grandi dimensioni di Anthony Caro e le opere d’arte dei “neo-reali vccademici” Ron Arad, Sean Scully e Jock McFadyen. (www.royacademy.org.uk )

home-vermeer-the-guitar-player-L1126-coming-soon-key-image-c-large

 

NATIONAL GALLERYVermeer e la musica: l’arte dell’amore e dello svago (26 giugno, 8 settembre)

La mostra affianca a tre dipinti di Johannes Vermeer e di altri artisti suoi contemporanei con chitarre, liuti e altri strumenti del XVII secolo a sottolineare l’accuratezza delle riproduzioni pittoriche e l’importanza dell’intrattenimento musicale nelle case dell’Europa del tempo. Con un sottofondo d’epoca curato dall’Accademia di Musica Antica tre spettacolari dipinti di Johannes Vermeer che ritraggono figure femminili di musiciste, riuniti per la prima volta in occasione di questa esposizione. Le due opere di Vermeer parte della collezione della National Gallery, La donna in piedi alla spinetta e La donna seduta alla spinetta, sono affiancate dalla Suonatrice di chitarra di Vermeer, in prestito eccezionale dalla Iveagh Bequest, Kenwood House di Londra. In esposizione, inoltre, La lezione di musica di Vermeer, concesso in prestito da Sua Maestà la Regina Elisabetta II. Oltre alle opere di Vermeer, la mostra include dipinti di Gerard ter Borch, Gabriel Metsu, Jan Steen, Pieter de Hooch e Godfried Schalcken. (www.nationalgallery.org.uk )

 

BRITISH MUSEUM

 

Pompei ed Ercolano, vita e morte (fino al 29 settembre)

E’ la mostra dell’anno al British, imperdibile e maestosa con i suoi oltre 250 oggetti d’arte e d’uso comune in arrivo dalle città sepolte e al 90% concessi in prestito dalla Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei (qui per approfondire)

 

Recenti acquisizioni, da Arcimboldo a Kitaj (fino al primo settembre)

In mostra oltre 130 opere tra stampe e disegni acquistati dal British museum negli ultimi cinque anni. A coprire un arco temporale che va dal lobardo Giuseppe Arcimboldo (1527–1593) all’americano RB Kitaj (1932–2007). Un terzo dell’esposzione è occupata proprio dalle opere che Kitaj donò al museo poco prima della sua morte, tra la magistrale serie In our Time. (www.britishmuseum.org )

 

 

TATE MODERN

 

Saloua Raouda Choucair (fino al 20 ottobre)

E’ la prima importante mostra museale mai realizzata al mondo dell’ artista libanese Saloua Raouda Choucair. Un’ampia retrospettiva che attraversa pitture, disegni, progetti architettonici, tessiture, sculture di questa pioniera dell’arte astratta in Medio Oriente. Nata nel 1916, questa mostra restituisce all’artista il giusto posto nella storia dell’arte del XX secolo.

exm-main-0018_web-banner_v1_0

 

Ellen Gallagher: AxME (fino al primo settembre)

Ellen Gallagher è una delle più acclamate artiste contemporanee, emersa sulla scena nordamericana negli anni ’90. Fondendo immagini prese dal mito, dalla natur, dalla storia sociale, l’artista si rende artefice di una complessa quanto poetica opera che adopera una molteplicità di strumenti: pittura, disegno, rilievo, collage, stampa, video.

 

exm-main-0012_elsalahi_web_banner_0

 

Ibrahim El-Salahi: un moderno visionario (3 luglio, 22 settembre)

E’ la prima grande esibizione che la Tate dedica a questo artista africano che troviamo sulla scena da oltre 50 anni. Cento opere per illustrare il viaggio personale dell’artista, dal Sudan del 1950 alla scuola internazionale di Londra, al ritorno in patria, nel ’57 dove ha stabilito un nuovo vocabolario visivo prendendo spunto dalle influenze diverse che fanno l’anima del Sudan: islamici, africani, arabi e tradizioni artistiche occidentali. El-Salahi ha vissuto in Qatar prima di stabilirsi in Inghilterra nel 1990. I suoi ultimi dipinti riflettono gioia di vivere, una profonda spiritualità, e un sincero senso di riconoscenza per il suo posto nel mondo. (www.tate.org.uk )

 

 

Kholiswa by Lionel Smit, 2013 © Lionel Smit

Kholiswa
by Lionel Smit, 2013
© Lionel Smit

NATIONAL PORTAIT GALLERY  – BP Portrait Award 2013 and BP Travel Award 2012 (20 giugno 15 settembre)

Il BP Portrait Award mette in vetrina cinquantacinque dei più importanti e innovativi ritratti in arrivo da tutto il mondo che hanno concorso al prestigioso premio. Da studi informali e personali gente comune ai dipinti di volti noti, la mostra presenta un’ampia varietà di stili e approcci al ritratto dipinto contemporaneo. In mostra anche i due artisti finalisti firmati da John Devane e Susanne du Toit così come il lavoro vincitore del BP Travel Award 2012 di Carl Randall. (www.npg.org.uk )

 

 

CORTAULD GALLERY  – Collecting Gauguin: Samuel Courtauld in the ’20s (20 giugno, 8 settembre)

 

La Cortauld Gallery possiede una delle collezioni più significative dell’opera di Paul Gauguin messa assieme dall’illuminato collezionista Samuel Courtauld, raccolta che include importanti dipinti ma anche disegni e una delle due sculture in marmo create dall’artista. Questa speciale mostra estiva oltre ad esporre l’intera collezione di Gauguin della Galleria, propone due opere della colelzione privata della famiglia Cortauld: paesaggio di Martinica e Bagnanti di Tahiti. www.courtauld.ac.uk

 

 

VICTORIA & ALBERT MUSEUM

 

David Bowie is (fino al 28 luglio)

Il “duca bianco” raccontato attraverso più di 300 oggetti tra testi scritti a mano, costumi originali, accessori moda, fotografie, film, video musicali, scenografie e strumenti personali (qui per approfondire).

 

 

Sky Arts Ignition: Memory Palace (18 giugno – 20 ottobre)

Una drammatica visione del futuro attraverso una fiction interpretata da 20 importanti artisti internazionali della grafica, del fumetto, della stampa, dell’illustrazione.

La storia di Hari Kunzru è ambientata a Londra, centinaia di anni dopo che ogni infrastruttura informatica del mondo è stata spazzata via da una immensa tempesta magnetica. La tecnologia e la conoscenza sono andate perdute, e prevale un periodo oscuro. La natura ha ripreso le rovine della città vecchia e il potere è stato sequestrato da un gruppo che impone una vita di estrema semplicità a tutti i cittadini. La scrittura, il collezionismo e l’arte sono fuorilegge. Il narratore della storia è in carcere. E ‘accusato di essere un membro di una setta illegale, che ha fatto rivivere l’antica arte della memoria. Il narratore usa la sua cella come il suo “palazzo della memoria”, la location per le cose che ricorda: frammenti danneggiati e  dettagli che non comprende di cose che riconducono al nostro tempo. Si aggrappa alla sua convinzione che, senza memoria, la civiltà è condannata. (www.vam.ac.uk )

 

Serpentine-SFA-3023

SERPENTINE GALLERY – Pavilion 2013 di Sou Fujimoto

Sou Fujimoto è il tredicesimo e, coi suoi 41 anni, il più giovane architetto ad accettare l’invito a progettare una struttura temporanea per la Serpentine Gallery. Il più ambizioso programma architettonico del mondo nel suo genere, la ricostruzione annuale del Padiglione della Serpentine è uno degli eventi più attesi del calendario culturale. Padiglioni passati sono stati disegnati da Herzog & de Meuron e Ai Weiwei (2012), Frank Gehry (2008), dal compianto Oscar Niemeyer (2003) e da Zaha Hadid, che ha progettato la struttura inaugurale nel 2000.

Ampiamente riconosciuto come uno dei più importanti architetti emergenti, il giapponese Sou Fujimoto è la stella di una generazione di artisti che stanno ri-costruendo il nostro rapporto con l’ambiente. Ispirato da strutture organiche, come la foresta, il nido e la grotta, gli edifici firmati da Fujimoto abitano uno spazio tra natura e artificio.
Il Padiglione 2013 occupa circa 350 metri quadrati di prato di fronte alla Serpentine Gallery, si presenta come una delicata struttura a grata di pali in acciaio spessi 20 millimetri ha un aspetto leggero e semi-trasparente che permette alla struttura di fondersi nel paesaggio e nello sfondo classico del colonnato della Galleria. E’ un flessibile e polivalente spazio sociale, nel quale i visitatori, nei quattro mesi di allestimento ai giardini di Kensington, sono invitati a entrare e interagire con il luogo in modi differenti. (www.serpentinegallery.org )

(g.m)

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag