La Biennale dei vincenti

Oggi, con l’apertura ufficiale, l’assegnazione dei Leoni d’oro di questa 55ma Esposizione internazionale d’arte della Biennale di Venezia. Ma non è necessario vincere, la sola partecipazione alla Biennale apre le porte al successo …

Alla Biennale di Venezia la posta in gioco è alta, sia per gli artisti, sia per le nazioni che vi partecipano e che, nonostante la crisi e malgrado i tagli diffusi ai bilanci per la Cultura (soprattutto per i paesi europei) investono ancora nei loro padiglioni per essere del gioco alla rassegna d’arte più prestigiosa del pianeta. Stando a un sondaggio condotto da The Art Newspaper, i budget quest’anno sono in linea con la 54 ª Biennale nel 2011, o sono addirittura aumentati. Per l’Italia, invece, dove Vittorio Sgarbi realizzò nel 2011 la sua mostra bazar con un milione e mezzo di euro; il finanziamento pubblico per la realizzazione del Padiglione curato da Bartolomeo Pietromarchi è stato di soli 600.000 euro, 400mila dei quali destinati ai costi espositivi e 200mila per le spese operative. Altri finanziamenti sono giunti dalla campagna di crowdfunding conclusa il 12 maggio e che ha raccolto intorno ai 150mila euro.

 

Per gli artisti, quando non si tratta di nomi già celebrati (vedi Ai Weiwei al padiglione tedesco) in gioco c’è la fama mondiale. Certo, è difficile distinguersi tra tanta concorrenza: 88 padiglioni nazionali, 47 eventi collaterali ufficiali (in totale sono di più) e 150 artisti nella sola mostra internazionale curata da Massimiliano Gioni, Il Palazzo Enciclopedico. Eppure – storia insegna – che nel passato lontano della Biennale così come in quello prossimo, in laguna  si costruisce la fama.

 

Un pittore semi sconosciuto, nel 1930 fu invitato a esporre uno dei suoi tranquilli paesaggi urbani nel Padiglione USA. Conclusa l’esperienza cominciò a vendere quadri a decine. Quell’artista era Edward Hopper. Negli anni ’50 capitò qualcosa di simile all’olandese Willem de Kooning, tornò da Venezia che era una star internazionale. Anche Jeff Koons deve molto alla Biennale, in una collettiva, nel 1990 mostrò la sua serie “Made in Heaven”, un caposaldo della sua produzione. Un’ulteriore prova della potenza della Biennale come trampolino è la brasiliana Beatriz Milhazes, i cui allegri dipinti floreali prima del 2003 faticavano ad essere conosciuti fuori del suo paese. Dopo il suo tuffo in laguna Christie’s vendette uno dei suoi mazzi di fiori a 79mila dollari (più del doppio della sua stima più alta), da quel momento il prezzo delle sue opere è stato in crescita costante, oggi il suo record supera i 2 milioni di dollari. Di esempi di questo tipo se ne potrebbero fare molti, ma forse non è necessario. Per capire quanto conti la Biennale nel mondo dell’arte e del mercato, basta tenere d’occhio gli avvistamenti di questi giorni. Collezionisti celebri, come il barone belga Guy Ullens e il magnate ucraino Victor Pinchuk o direttori d’importanti musei: dal Centre Pompidou di Parigi al Solomon R. Guggenheim Museum di New York, alla Tate inglese.

Probabilmente nei prossimi giorni (13-16 giugno) li ritroveremo tutti alla fiera globale di Art Basel dove non sarà difficile trovare molte opere “simili” a quelle viste a Venezia. Ma alla fine, quali saranno gli artisti che rimarranno indissolubilmente legati a questa Biennale? Lo scopriremo tra un po’.

 

(a.d)

 

 

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag