Il Giovane di Mozia, bello e clonato

Ci sono clonazioni e clonazioni, quella del Giovane di Mozia, che malgrado il nome ha la veneranda età di 25 secoli, anno più, anno meno, è di quelle che non lasciano margine a questioni etiche

Non un doppio ma un vero e proprio clone quello che la Unocad di Altavilla Vicentina (la stessa azienda che ha operato per ricostruire il San Giovannino attribuito a Michelangelo) ha Mozia_1realizzato del monumento scolpito nel IV secolo a.C forse da un allievo di Fidia e custodito ad Museo Whitaker  della piccola isola del trapanese. Bello e altero, col suo carico di anni e di mutilazioni, l’Efebo di Mozia è stato inserito dalla Regione Sicilia nella lista delle 21 opere “inamovibili”, per l’evidente fragilità causata dall’età. Eppure negli ultimi tempi, il capolavoro dell’arte greca ha fatto decisamente vita da globetrotter, concesso in prestito al British Museum  in occasione della grande mostra per le Olimpiadi di Londra, attualmente, e fino al 19 agosto, è il pezzo forte della mostra dedicata alla Sicilia tra Grecia e Roma, che il Getty Museum di Malibù ospita in occasione dell’anno della cultura italiana degli USA. Ma dopo quest’ultima vetrina, il Giovane di Mozia dovrebbe finalmente riposarsi, al suo posto, star delle rassegne internazionali, ci sarà la perfetta controfigura in resina stereolitografica realizzata a Vicenza che sarà presentata oggi a Palermo.

Intanto dal blog di Unicad apprendiamo che si tratta del primo clone del suo genere in Italia anche se la stessa azienda già in passato aveva riprodotto – sulla base del modello virtuale ottenuto da una scansione in 3D sull’originale – una replica in gesso per la gipsoteca dell’Università La Sapienza di Roma.
Il replicante del “Giovane di Mozia” ha l’interno cavo e presenta uno spessore di appena 2,3 millimetri, pesa meno di 6 chili ed è stato creato con l’utilizzo della più grande macchina di prototipazione rapida esistente al mondo, brevettata come Mammoth Stererolithography.

Domani la controfigura della statua troverà la sua collocazione nel museo di Mozia, in attesa del rientro a casa dell’originale. Oggi, intanto, il professor Luigi Nigro dell’Università La Sapienza, lo presenterà alla stampa. Il Giovinetto di Mozia, che probabilmente approdò nell’isoletta siciliana intorno al 409, portatovi dai Cartaginesi che avevano saccheggiato Selinunte, secondo lo stesso professore sarebbe Alcimedonte, il figlio del capo mirmidone Laerce, ricordato da Omero nei libri XVI e XVII dell’Iliade e descritto come l’ottimo auriga che guidò personalmente il carro di Achille fuori dal terribile scontro accesosi per la contesa del corpo di Patroclo.

Per giungere a questa conclusione il docente di archeologia avrebbe analizzato l’iscrizione (“Alkimedon“) su un vaso di ceramica attico scoperto sull’isola in una zona non distante dal luogo dove, nel 1979 fu rinvenuto il giovinetto.

Pochi i dubbi, invece, sul fatto che si tratti della rappresentazione di un auriga, il braccio destro è sollevato (forse a brandire un frustino), ed il sinistro appoggiato sul fianco, dove ancora si vedono i resti della mano. Tuttavia altri studiosi non trascurano l’idea che invece del guidatore di un cocchio la figura maschile panneggiata possa essere un dio (magari Ercole) o un magistrato punico. (a.d)

(Immagini fonte: Unicad e Wikipedia)

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag