Grandi mostre, le gemme impressioniste della National Gallery di Washington a Roma

Gemme dell’Impressionismo. Dipinti della National Gallery of Art di Washington. Da Monet a Renoir da van Gogh a Bonnard. All’Ara Pacis dal 23 ottobre al 23 febbraio

E’ questa l’unica tappa europea per i capolavori della collezione impressionista e post impressionista della National Gallery of Art di Washington. La mostra, curata da Mary Morton, responsabile del Dipartimento Pittura Francese della National Gallery con il coordinamento tecnico-scientifico per la Sovrintendenza Capitolina di Federica Pirani avviene nell’ambito del programma di scambio internazionale che porterà lo straordinario Galata capitolino negli Stati Uniti.

Si tratta di una mostra dedicata all’amore per l’arte, una sfilata di gemme, come giustamente recita il titolo, dove i capolavori del movimento artistico più apprezzato dagli abitanti di questo secolo oltre a raccontare se stessi, raccontano sottotraccia la passione collezionistica di un uomo, di una famiglia: Andrew W. Mellon, artefice di quella che sarà la prima galleria d’arte statale degli States.

Ci ‘ritroviamo’ pienamente nell’Impressionismo perché è l’ultima corrente artistica che continua a rassicurarci, a farci stare bene, a darci quel conforto dell’anima di cui abbiamo bisogno”, scrive Renato Miracco nel saggio di catalogo. Lucida sintesi di una stagione che può fare anche a meno delle spiegazioni, nonostante abbia cambiato per sempre il modo di produrre arte. 68 dipinti, per un percorso che comincia con Boudin – maestro di Monet e precursore degli impressionisti – per attraversare i vari Manet, Renoir, Degas, Monet, Cezanne, Sisley, Morisot e approdare ai post impressionisti: da Seraut a Gauguin all’imprescindibile van Gogh. Sono loro, ma non solo i protagonisti della mostra.

 

L’altro nome che emerge è quello, già fatto di Andrew Mellon. L’idea di una Galleria Nazionale d’Arte Americana (NGA) era maturata nella sua mente sin dal 1927-1928. Già importante compratore sul mercato dell’arte antica intorno al 1925, Mellon iniziò a selezionare gli acquisti cercando di costituire un corpus di dipinti che potesse rappresentare il meglio dell’arte europea dal medioevo al XVIII secolo. Come racconta Miracco: “La grande opportunità avvenne tra il 1930 e il 1931, quando Andrew Mellon riuscì ad acquisire, in gran segreto, una serie di capolavori dell’Ermitage, messi in vendita da Stalin, per acquistare trattori. Per sei milioni e cinquecentomila dollari Mellon comprò ventuno dipinti tra cui Raffaello, Tiziano, Botticelli, e cinque Rembrandt; l’intera operazione fu da alcuni definita come il più grande cambio di proprietà nella storia del collezionismo dai tempi di Napoleone I!

Fu poi uno scambio di lettere con il Presidente degli Stati Uniti Franklin D. Roosevelt a dare il via, nel dicembre 1936, all’affascinante storia della National Gallery of Art di Washington. Mellon scriveva al Presidente per offrire la sua straordinaria collezione d’arte allo stato americano e, dopo soli quattro giorni, Roosevelt rispondeva dichiarandosi felice per l’eccezionale proposta. L’anno successivo cominciarono i lavori e, nonostante la morte di Mellon nello stesso anno, proseguirono ininterrottamente fino all’inaugurazione nel 1941.

Da allora la collezione originaria fu ampliata da altre donazioni private e dall’opera dei due figli di Mellon: Ailsa Mellon Bruce (1901-1969) e Paul Mellon (1907-1999), entrambi ferventi ammiratori degli impressionisti.

www.arapacis.it  www.museiincomuneroma.it

(a.d)

 

 

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Un commento su “Grandi mostre, le gemme impressioniste della National Gallery di Washington a Roma”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag