Google Art Project, grandi numeri e assenze di peso

Google Art Project fa bene all’arte?

Lo hanno già battezzato il Grande Fratello dell’arte. Parliamo di Google Art Project che in occasione del suo secondo compleanno, caduto ieri, ha rese note le cifre della sua “Collezione” virtuale: 40.000 opere d’arte, 200 musei e 15 milioni di utenti ammaliati soprattutto dalla

visione dei grandi classici dell’arte. Volete la classifica? Eccola: Notte Stellata di Van Gogh si prende il primo gradino del podio, ma il maestro olandese vanta nella top ten anche Camera da letto al 4/o posto, I girasoli al 7/o e Campo di fiori con veduta di Arles al 9/o. Al secondo ecco la Nascita di Venere (Botticelli), Autoritratto alla finestra (Rembrandt), Conservatorio (Manet), I mietitori (Bruegel il vecchio), Gli Ambasciatori (Holbein il giovane), L’Isola della Morte (Boecklin).

 

Soddisfatta la curiosità, non è dato sapersi cosa ne penserebbero i diretti interessati (gli artisti) di ritrovarsi i loro dipinti mostrati con una risoluzione di 7000 milioni di pixel, abbastanza per scorgere la presenza di brufoli sul mento della Venere di Botticelli. A Rembrandt, ad esempio, non piacerebbe. Lui che un po’ si vergognava di quella pennellata grezza (ma straordinariamente efficace e moderna) richiedeva che le sue opere si guardassero da lontano. Bè, dov’è finito il rispetto al maestro?

On line dal 2011, Google Art Project nasce con lo scopo di dare la possibilità a tutti di poter visitare alcuni dei più grandi capolavori della storia dell’arte on-line. Partito con 17 musei pionieri, tra cui il Rijksmuseum (Amsterdam), il MoMA (New York), il Regina Sofia (Madrid) e la Gallerie degli Uffizi, la collezione di Google è in continua espansione. In progetto c’è tra l’altro l’estensione del catalogo ad una maggiore presenza di opere d’arte moderna, oggi solo il 20% “per motivi di copyright”. La diffusione a livello mondiale è il sogno del direttore di Google Art Project, Amit Sood. Originario dell’India, concepì l’idea proprio a causa del suo paese: “A Bombay non si svegliano di Domenica e andare alla National Gallery. … Se siamo in grado di fornire il migliore accesso di rete per l’arte, avremo raggiunto il nostro obiettivo “.

Per Sood, inoltre, il fatto di avere un Van Gogh nel proprio computer non sminuisce la voglia di andare a godersi una mostra dal vivo, anzi i due fenomeni vanno di pari passo: “Sono complementari. La visualizzazione online crea il desiderio. Può servire a ricordare l’esperienza o per la preparazione. La sensazione di essere di fronte a un’opera d’arte non può essere riprodotta, anche i progressi tecnologici non possono. Quando ho lanciato il progetto l’ho pensato, ma, quando abbiamo visitato i musei mi sono reso conto che è un’altra storia”.

 

Ma non tutti i musei ritengono utile la vetrina di Google, all’appello mancano giganti come il Louvre (il museo più visitato al mondo), il Prado e i Musei Vaticani. Di accordi in vista non se ne parla, se volete un rendez vous con la Maya desnuda o con Monna Lisa prenotate un biglietto aereo.

 

(g.m)

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag