Fotografia Europea. A Reggio Emilia s’indaga il cambiamento

Fotografia Europea 2013, ottava edizione del festival di Reggio Emilia dedicato all’immagine fotografica. Tre giorni d’inaugurazione densi di eventi (3-5 maggio) e una lunga sfilata di mostre (fino al 16 giugno)

Se v’interessa l’aspetto teorico – filosofico della questione, imperdibili sono le giornate inaugurali (3-5 maggio), quando conferenze, performance, incontri e workshop che avranno come ospiti scrittori, filosofi, musicisti, giornalisti, critici d’arte scandaglieranno i temi proposti. E accompagneranno il vernissage delle mostre. Le mostre, il cuore del festival, quattro percorsi legati al cambiamento e abbinati alle quattro parole-chiave.

 

LE MOSTRE

 

STRANIAMENTO, non quello dello spettatore ma quello della fotografia che è al tempo stesso testimone e protagonista della mutazione. Anche lei, negli anni è stata sottoposta a un continuo processo di cambiamento: nella tecnica, nello sguardo, nell’immagine. Le Polaroid diventano Instagram, i primi piani lasciano spazio a panorami a 360 gradi, cambia il modo di guardare ai dettagli. Proprio i dettagli, gli effetti che appaiono come strani o addirittura estranei, sono lo strumento scelto in questa sezione – attraverso tre mostre curate da Elio Grazioli – per avvicinare alla comprensione del cambiamento nella fotografia.

Ecco allora Illuminance di Rinko Kawauchi, prima mostra personale in Italia di un artista che rappresenta lo sguardo trasfigurante della fotografia giapponese, quello che cerca sempre altro in ciò che osserva. In Datazone di Philippe Chancel, anche lui al debutto nel nostro paese. Il fotografo francese torna a Kabul, Fukushima, Port-au-Prince e ce li mostra per quel che sono: dopo la guerra, dopo lo tsunami, dopo il terremoto. Si concentra invece sulle persone David Stewart in Stuff, esplorandone la stranezza .

 

FIDUCIA. Il mondo cambia.  Le immagini come interpretazione positiva del cambiamento – e degli sforzi che le persone e le comunità fanno per cambiare – sono al centro di questa sezione di Fotografia Europea.

Vita Nova (a cura di Walter Guadagnini) è un contenitore collettivo che si soffermasu una stagione precisa dell’esistenza: l’adolescenza, età del cambiamento per eccellenza. In mostra immagini di Lise Sarfati,  Hannah Starkey, Hellen Van Meene, Raimond Wouda, Luigi Gariglio, Tobias Zielony, Julia Fullerton-Batten, Evan Baden, Paul Graham.

Altra mostra è Rock’ Stars, del britannico Mick Rock che racconta il mondo giovanile dal punto di vista della cultura rock. Ha immortalato leggende come Queen, David Bowie, Lou Reed, Iggy Pop, Sex Pistols, Blondie, l’artista espone a Reggio Emilia i suoi scatti più celebri.

E poi To Belong dello svedese Anders Petersen, un progetto ideato per restituire alla terra d’Emilia, offesadal terremoto, una memoria fotografica di quei giorni e un omaggio alle persone colpite dal sisma. Petersen ha percorso la via Emilia, ha incontrato cittadini, si è fatto raccontare storie.

 

SORPRESA. Lo stupore suscitato dalle opere umane attraversa il firmamento fotografico: sfiorando storie incredibili, grandi costruzioni, tecnologie avanzate o anche luoghi ed eventi .

In The Afronauts, a cura di Ilaria Campioli,  gli scatti di Cristina De Middel raccontano il surreale tentativo fatto dallo Zambia di portare il primo astronauta africano sulla Luna. Journey into the Future. Stop #1 di Sergey Shestakov, è un lavoro ambientato a Chernobyl. È in quelle strade deserte, a tratti irreali, che – venticinque anni dopo il fatidico 25 aprile 1986 – l’artista conduce un recupero del passato che è anche monito per il futuro. Si prosegue poi con i protagonisti degli scatti di Lucia Ganieva: i Dreaming Wallpapers che decorano gli interni delle case, rivelando attraverso un paesaggio quotidiano i sogni e la voglia di evasione. Invece le suggestioni post-sovietiche si celano anche nella carta di identità di Viktoria Sorochinski, che in The Wonder-House of Anna & Eve svela lo sviluppo della relazione tra una mamma e sua figlia, fotografate per sette anni consecutivi dal 2005 al 2012. In Times New Roman. Episodio 3: Mosca, il fotografo moscovita Tim Parchikov esplora il contatto/contrasto tra la tradizione classica e le ambizioni dei nuovi miliardari russi, che per legittimare il loro potere spesso si circondano di copie kitsch di opere d’arte antiche.  Le mostre di Viktoria Sorochinski e Tim Parchikov sono a cura di Laura Serani.

VISIONE. Al centro della sezione una caratteristica inalienabile alla fotografia: l’idea di immagine che vede il mondo diversamente da come lo cogliamo con i nostri occhi.

La visione è alla base di Time will make all plain, produzione dedicata al territorio di Reggio Emilia  curata da Marinella Paderni e affidata all’artista finlandese Esko Männikkö. La visione si fa magia in Darkened Cities di Thierry Cohen, a cura di Laura Serani. La mostra rappresenta una sorta di volo libero su metropoli globali (Los Angeles, San Francisco, Rio de Janeiro…) catturate nella notte, in un’utopistica e affascinante assenza di luci artificiali, dove i contorni urbani si inchinano di fronte al maestoso spettacolo della Via Lattea. Agli interrogativi sull’impatto della tecnologia sulla società, è dedicato Binary Kids, una serie di ritratti di bambini e adolescenti, rappresentanti emblematici della “generazione internet”.

Nella serie Higgs Ocean (a cura di Marinella Paderni), Andrea Galvani documenta alcune esperienze condotte oltre il Circolo Polare Artico. L’artista, che ha lavorato con ingegneri russi per diversi mesi, ha utilizzato l’energia naturale del sole e riconvertendola tramite tecnologie militari in un raggio luminoso ad altissima intensità, in grado di perforare il gelido paesaggio artico e la stessa ionosfera terrestre. Atmosfere cosmiche sono alla base anche del progetto Artigiani dello spazio, nel quale Stefano D’Amadio documenta il lavoro di ingegneri, fisici e tecnici dell’azienda aerospaziale Thales Alenia Space che sperimentano la crescita in orbita di germogli di piante.

A questo tuffo nel futuro fanno da contraltare i documenti dal passato raccolti in Viaggiatori, fotografi, collezionisti nell’Oriente di fine Ottocento. Fotografie inedite della collezione dell’ambasciatore Alberto e Maria Pansa alla Biblioteca Panizzi, a cura di Rossella Menegazzo, Laura Gasparini e Hiroshi Yano.

 

OMAGGIO A CARLA CERATI

Le mostre di Fotografia Europea 2013 culminano con Guardare la metamorfosi di Carla Cerati ai Chiostri di San Domenico, a cura di Sandro Parmiggiani. L’esposizione tributo  presenta centoquaranta immagini, realizzate nel corso di cinquant’anni di attività, che documentano un intero percorso di fotografa, sempre svolto all’insegna di una passione e di una sensibilità estrema per le cose, per i volti, per i corpi.

Nata a Bergamo nel 1927, Carla Cerati vive e lavora a Milano dal 1951. Inizia a fotografare alla fine degli anni ‘50, ritraendo le prove di uno spettacolo teatrale di Franco Enriquez al Teatro Manzoni. “Fotografare – dice la Cerati – ha significato la conquista della libertà e anche la possibilità di trovare risposte a domande semplici e fondamentali: chi sono e come vivono gli altri?”. Questa curiosità e l’esigenza di documentare una società che cambia sono elementi chiave dell’intera carriera dell’artista.

Fotografia Europea è organizzata dal Comune di Reggio Emilia con l’apporto di numerosi curatori. Oltre alle partecipazioni di Elio Grazioli, Walter Guadagnini, Laura Serani, Sandro Parmiggiani e Studio Blanco, quest’anno si aggiungono Ilaria Campioli, Marinella Paderni, Rossella Menegazzo, Laura Gasparini e Hiroshi Yano.

Seguiranno approfondimenti, intanto per il calendario completo degli appuntamenti e per tutte le informazioni su orari, indirizzi e ingressi: www.fotografiaeuropea.it.

 

(a cura di ad)

 

 

 

 

 

 

 

 

TV

Anticipazioni Il Segreto: Francisca e Aurora si contendono Beltran

Dopo la morte di Bosco vedremo Francisca e Aurora combattere per la custodia di Beltran.

Gossip

Uomini e Donne: Luca Onestini è il nuovo tronista !

Ad appena due settimane dalla scelta di Clarissa Marchese e dopo la conclusione di tutti i troni in corso (Riccardo, Claudio D. e Claudio S.) […]

Gossip

Justin Bieber smentisce il matrimonio con Selena Gomez: “Sono single, non cerco nessuno”

Justin Bieber, ospite nel noto talk-show statunitense, The Ellen DeGeneres Show, smentisce seccamente le presunte nozze con la sua storica ex, Selena Gomez. I tabloid statunitensi avevano […]

TV

Caterina Balivo accende l’albero di Detto Fatto per beneficenza

Caterina Balivo porta lo sfavilante Buon Natale di Detto Fatto ai bambini ricoverati nella clinica pediatrica De Marchi.

Gossip

Ludovica Valli ha un nuovo fidanzato? Pioggia di critiche per l’ex tronista

Dopo aver dichiarato di voler voltare pagina e ammesso la fine della relazione con Fabio Ferrara, Ludovica Valli alimenta i sospetti su un nuovo, presunto fidanzato, […]

TV

Francesco – Il Papa della gente: 7 e 8 dicembre 2016 su Canale 5

Arriva su Mediaset la miniserie dedicata al pontefice Jorge Mario Bergoglio firmata dal regista Daniele Luchetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag