Festival della Letteratura di viaggio, immagini di ieri e oggi tra l’Amazzonia e il Far West

Ad accompagnare il Festival della Letteratura di viaggio, dal 29 al 29 settembre a Roma, una serie di mostre fotografiche di grande interesse

Giunto alla sua sesta edizione, il Festival della letteratura di viaggio (qui tutti gli approfondimenti) vede come Paesi ospiti il Brasile e gli Stati Uniti ai quali sono dedicati una corposa serie di eventi e alcune mostre.

 

BRASILE, ANTICHE E NUOVE ESPLORAZIONI

 

Ambasciata del Brasile, Galleria Portinari, Piazza Navona 14, Roma. Dal 25 settembre al 18 ottobre.  In collaborazione con Associazione di Amicizia Italia-Brasile, Universidade do Estado do Rio de Janeiro e Istituto Italiano di Cultura di San Paolo

 

L’Amazzonia di Ermanno Stradelli”, a cura di Livia Raponi, Istituto Italiano di Cultura di San Paolo: una ricostruzione della traiettoria dell’esploratore, fotografo ed etnografo, nell’Amazzonia di fine ‘800. Con materiali originali della Società Geografica Italiana, Tra i numerosi viaggiatori italiani in America Latina, Ermanno Stradelli (1852-1926) è quello che più di tutti seppe avvicinarsi, con una sensibilità antropologica anticipatrice, ai popoli nativi dell’Amazzonia. Strdelli può essere considerato un vero e proprio mediatore culturale tra il mondo dei popoli della foresta e quello dei bianchi “civilizzati”, e, in senso più ampio, tra il Brasile e l’Italia.   La mostra presenta un’ampia selezione di fotografie che l’esploratore realizzò nell’Amazzonia nord-occidentale durante le sue spedizioni lungo i principali fiumi: Purus, Solimões, Juruà, Rio Negro, Uaupés, Rio Branco, Jauapery (1880-1900). Alle immagini sono affiancati documenti originali dell’epoca – carte geografiche, lettere, resoconti manoscritti, bollettini e altre pubblicazioni provenienti dall’Archivio Storico della Società Geografica Italiana – che ne illustrano la traiettoria esistenziale e l’opera.

 

 

Rapsodia Brasiliana di Franco Lubrani

 

Un viaggio in Brasile, prima sognato, poi pensato, preparato con cura meticolosissima: Rio, l’inferno bianco d’acqua delle tempestose cascate d’Iguazu, l’Amazzonia e la magia della confluenza delle acque scure del Rio Negro che si mescolano a quelle limacciose e più chiare del rio Solimoes, a formare l’immensa fiumana. L’Amazzonia – dice Lubrani – è forse l’ultima occasione perduta dall’uomo per onorare la Creazione. Il viaggio, necessariamente breve, si conclude nella colorita tenerezza di Salvador de Bahia, vera macchina del tempo.

 

 

GO WEST ! LA FRONTIERA, IL VIAGGIO, L’IMMAGINARIO – Palazzo delle Esposizioni, Spazio Ballatoio, Via Nazionale 194, Roma 26 settembre – 20 ottobre.

 

Mostra di foto d’epoca, fotografie contemporanee e fumetti, a cura di Ilaria Campodonico, Nadia Fusco, Romina Marani. Con fotografie in bianco e nero di Timothy H. O’Sullivan (sulle spedizioni di George M. Wheeler in Colorado, Nevada, Arizona, New Mexico, Utah, California del 1871-1874) provenienti dagli Archivi della Società Geografica Italiana; tavole in bianco e nero di Tex Willer; videoproiezione di fotografie a colori di Antonio Politano su un viaggio da costa a costa attraverso gli Stati Uniti di oggi.

 

La via del West di Antonio Politano

“Go West”, vai a Ovest, era l’invito rivolto a chi, verso fine Ottocento, era pronto a partire per cercar fortuna. Il mito della frontiera che si spostava sempre più a occidente, seguendo artiglierie e ferrovia, costruendo una nazione e distruggendo culture, si è formato lungo quella linea. Partendo da New York, la capitale di tutto, lungo la direttrice centrale, attraverso il Midwest, i territori dei nativi, qualche città, Antonio Politano (fotografo e giornalista) è arrivato dall’altra parte, ai su e giù di San Francisco e alle stars di Los Angeles, fino al molo di Santa Monica, dove un cartello segnala la fine della Route 66, accanto a una ruota panoramica e alla gente che fa surf. Lo racconta in una proiezione di fotografie, accompagnato da sonori rigorosamente presi sulla strada.

 

 

Timothy H. O’Sullivan

Le fotografie di O’Sullivan, conservate presso l’Archivio fotografico della Società Geografica Italiana, sono il frutto di un incontro istituzionale tra il Ministero della Guerra degli Stati Uniti d’America e il sodalizio avvenuto nel 1881. In quell’anno, infatti, si era tenuto, a Venezia il III Congresso Geografico Internazionale organizzato dalla Società Geografica Italiana. Al Congresso presero parte geografi e studiosi di discipline affini provenienti da ogni parte del mondo, ma anche molti esploratori, civili e militari, che presentarono in quell’occasione il frutto delle loro imprese. Tra questi era presente il Capitano George M. Wheeler, ingegnere e topografo, delegato al Congresso per conto del Ministero della Guerra degli Stati Uniti, che, negli anni Settanta dell’Ottocento, aveva condotto numerose campagne di esplorazione e di rilevamento geologico nel West al di là del 100° meridiano. Il capitano Wheeler era un personaggio molto noto, tanto che la Società Geografica Italiana lo aveva nominato socio d’onore già dal febbraio del 1880. Wheeler aveva portato con sé una ricca documentazione relativa alle sue spedizioni e, tra relazioni, rapporti informativi, carte topografiche e libri, spiccavano alcuni album di splendide fotografie che vennero esposte nella grande Mostra allestita a margine del Congresso. Si trattava di immagini delle selvagge terre dell’Ovest americano e dei suoi originari abitanti, testimonianze di un mondo di straordinaria bellezza, immerso allora in una solitudine senza tempo e destinato a trasformarsi nel giro di pochi decenni. In larga parte le foto erano state realizzate da un giovane ma già esperto fotografo che lo aveva seguito durante le campagne esplorative degli anni 1871, 1873 e 1874: Timothy H. O’Sullivan. Finito il Congresso, il Capitano Wheeler lasciò in dono alla Società Geografica tutto il materiale, comprese le belle foto di O’Sullivan sui cui album scrisse di suo pugno una dedica datata settembre 1881.

 

Tex Willer e il viaggio

 

Il viaggio, nell’universo di Tex, non è un accessorio: è parte necessaria e integrante dell’avventura, ne è quasi un personaggio. Il viaggio e l’avventura sono un binomio strettamente intrecciato. Ed è stato riscoperto dall’ultima grande mitologia del mondo occidentale, prodotta dalla colonizzazione dei nuovi territori americani, come funzionale ai grandi spazi e alle necessità di spostamento che questi spazi richiedevano.

La storia diviene leggenda sin dalla prima striscia, apparsa nel 1948. Tex ha appena terminato “una lunga galoppata che lo ha portato oltre i confini del Texas” e ora sta per mettere in funzione, per la prima volta, davanti ai nostri occhi le sue infallibili pistole. Tutto è pronto, il destino è segnato. Bastano solo trentaquattro pagine (tanto dura il primo episodio) per capire che dal genio di Gianluigi Bonelli  e Aurelio Galleppini è nato il più grande romanzo storico italiano del ventesimo secolo, la saga che da oltre sessant’anni ripropone le mirabolanti avventure di un eroe coraggioso ed infallibile, generoso e allo stesso tempo ironico, che si muove nel fantastico scenario del grande West. Di episodio in episodio Tex attraversa Arizona, New Mexico, Texas, Messico, Canada e arriva persino in Polinesia in una mirabile contaminazione di fantasia e realtà.

 

 

(r.v)

 

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag