Festival del Giornalismo, la prima giornata

E’ partita ieri da Perugia, la sesta edizione del festival internazionale del Giornalismo, occasione per riflettere sul presente ed il futuro dell’informazione ma anche per riprendere temi che non possono essere abbandonati dai media. C’erano – tra gli altri – Piero Grasso alla giornata inaugurale, e il premio Pulitzer Isabel Wilkerson e Gianni Minà. Un resoconto.

Quelle 622 pagine hanno richiesto 15 anni di lavoro. Da qualcosa come quaranta settimane, il libro “Al calore di soli lontani” di Isabel Wilkerson – ieri protagonista dell’apertura del festival del Giornalismo di Perugia – è in classifica negli Stati Uniti. L’autrice, premio Pulitzer (prima donna di colore a vincerli, nel ’94) in questo volume ha raccontato le storie dimenticate dell’America del Ku Klux Klan, quando in tribunale i bianchi non accettavano di prestare giuramento utilizzando la stessa Bibbia di cui si erano servite le persone di colore.

Intervistata da Concita De Gregorio del quotidiano “La Repubblica”, l’attuale direttrice della facoltà di narrativa e saggistica dell’università di Boston ha ricordato che sono stati sei i milioni di afroamericani emigrati, fra il 1915 e il ’70, dagli States più poveri a quelli più ricchi. Molti hanno lasciato la Georgia e la Carolina per approdare a Washington e a New York, ma non sono stati meno numerosi quelli che dalla Louisiana si sono spostati in California, e quelli che, abbandonati il Mississippi e l’Alabama, si sono riversati su Chicago e Detroit.

Tre flussi di dimensioni bibliche ricostruiti grazie a 1200 interviste. Wilkerson, una delle scrittrici preferite dal presidente Barack Obama, ha anche ricostruito la drammatica storia di Clark Neal e Lola Kennedy. Vivevano nella Florida del ’34 ed erano fidanzati. Lei, appena ventenne, fu trovata uccisa. E lui, di pelle nera, fu prima accusato di essere l’assassino, e quindi linciato: torturato, mutilato e ammazzato.

Peccato che a sopprimere la ragazza erano stati alcuni suoi familiari che non accettavano la sua love story.

 

L’intervento di Wilkerson è stato uno dei tanti piatti forti della prima delle cinque giornate della rassegna fondata da Arianna Ciccone che ha voluto essere presente nonostante il lutto che l’ha colpita lunedì: sua sorella Laura è rimasta vittima di un incidente. E’ stato un 25 aprile in cui s’è discusso se è meglio restare in Italia o andare all’estero, e in cui è stata fatta memoria, nel ventennale delle stragi del 1992, di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e di tutte le altre vittime di Cosa nostra .

Gli atti legiferati in quel periodo – ha evidenziato il procuratore nazionale antimafia Pietro Grassorappresentano un monumento giuridico che tutto il mondo ci invidia”. E da parte sua Gianni Minà ha tratteggiato mezzo secolo di storia del giornalismo italiano parlando soprattutto delle interviste: “Sono un duello fra chi vuole sapere qualcosa e chi non è disposto a dirlo.

Oltre a essere curiosi, i cronisti devono mostrare profondo rispetto per i loro interlocutori: solo in questo modo è possibile conquistare la loro fiducia. Ma ormai sembra che siano in pochi ad aver voglia di approfondire e di aiutare la gente a capire. E’ sempre più forte la deriva gossippara e cabarettistica”. E a complicare il quadro è la precarietà: “Io lo sono stato – ha concluso – per 17 anni, ma la Rai mi mandò lo stesso in diverse occasioni negli Stati Uniti.

Oggi tutto è molto più difficile. Ma lo stesso voglio invitare i giovani colleghi a non pensare mai che qualcosa è impossibile”. (Marco Fornara)

 

© Riproduzione riservata

TV

Anticipazioni Beautiful: Katie contro Brooke e Bill

Katie, ormai allo sbando a causa dell’abuso di alcol, accusa Brooke E Bil di tradimento…

TV

Uomini e donne: Aldo e Alessia si sono lasciati

Aldo Palmeri confessa: “Ho tradito Alessia”

TV

Il Segreto: svelata la verità sulla morte di Natalia

Cosa c’entra Francisca con la morte di Natalia, moglie di Raimundo? Severo svelerà ad Emilia tutta la verità sul tragico evento…

TV

Anticipazioni Il Segreto: Mariana allontana Nicolas

L’inganno di Mariana le si ritorcerà contro. Presto la ragazza si troverà a fronteggiare da sola una notizia inaspettata…

TV

Anticipazioni Cherry Season: Seyma trova un’alleata

Duro il cammino per la dolce Oyku, che ora ha un’altra nuova cospiratrice da affrontare…

TV

Anticipazioni Il Segreto: dal 25 al 30 luglio

Tutte le anticipazioni della soap più amata di Canale 5 per la quarta settimana di luglio.

Un commento su “Festival del Giornalismo, la prima giornata”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag