“Elvira la modella di Modigliani”, a Montparnasse con Carlo Valentini

Tra storia e romanzo, Carlo Valentini ci riporta nelle atmosfere della Montparnasse inizio secolo attraverso l’immagine di Elvira la Quique, la modella di Modì, la donna dalla bellezza conturbante che con Modigliani divise gioie (poche), dolori (molti), vizi (diversi) e sogni. Nessuna fama per lei, scarsa anche quella postuma

Elvira la modella di ModiglianiLa vera storia di Amedeo Modigliani con la sua modella Elvira”, è in libreria per Gauss editore, un libro perfetto per completare la visita alla mostra allestita al Palazzo Reale di Milano dedicata proprio agli artisti di Montparnasse. Modigliani, certo, e Soutine e  Utrillo, Valadon, Kisling… Artisti che, intorno al 1920, cambieranno per sempre il corso della pittura. Era la “generazione perduta” di artisti maledetti che si era stabilita a Parigi, attratta dal suo fermento intellettuale. I laboratori dove vivevano (vedi La Rouche) erano gelidi in inverno e soffocanti in estate, invasi da cimici e ratti, ed era il prezzo che si pagava per il privilegio di vivere in quella babele di lingue che era elviracopertinaMontparnasse, un magma ribollente di creatività, la terra della libera arte e del libero amore dove si discuteva, si ballava ci si divertiva e dove non passava settimana senza una festa. Modigliani di questo regno era un principe, tra l’ubriachezza e il tumulto creativo, il furore e la passione, per l’arte e per le donne. Come Elvira La Quique, la modella che prima dell’arrivo di Jeanne (la donna definitiva) ispirerà a Modì alcune delle sue opere più belle. Una figura trascurata quelle di Elvira, tanto tragica, totale, accentratrice è stata la storia di Modì con Jeanne, la madre dei suoi figli, la donna dolcissima e fragile che non riuscì a sopportare la sua scomparsa, preferendo darsi la morte all’indomani della morte dell’amato. Elvira, invece, che pure lo amerà disperatamente, per Modì era compagna, e, a voler dare valori assoluti all’amore per lui fu meno di quanto sarà Jeanne, ma per molti versi – ci dice l’autore – le fu più affine.

Figlia di una prostituta, Elvira La Quique fa lo stesso mestiere della madre, oltre a fare la cantante e la modella per gli artisti di Montmartre e Montparnasse. Il corpo glielo permette e quella sua espressione conturbane, gli occhi neri, i capelli corvini la rendono naturalmente una dea dell’amore. In quella Parigi libera e scoppiettante lei prende e dona, poi finisce per approdare tra le braccia di Amedeo e sarà amore, tumultuoso e dolente, litigioso e tenero. Elvira e Amedeo, poverissimi e pronti a mordere la vita tra i piaceri dell’arte e della carne e l’effimera voluttà delle droghe. Schiava dell’assenzio Elvira arriverà a perdere la voce, finirà in prigione e sfuggirà ad una condanna a morte, ma non basta una vita a interrompere certi legami. E quando Modì sarà andato via, e con lui Jeanne col bimbo che aveva in grembo, ritroviamo la bella Elvira, ormai diventata l’ombra di se stessa, sulla tomba di lei con un mazzo di fiori.

Dalla quarta di copertina:La Parigi degli artisti, da Picasso a Renoir, da Cézanne a Matisse, la città della Belle Epoque, della mondanità e delle corse dei cavalli, dell’invasione tedesca nella prima guerra mondiale, ma soprattutto la Parigi di Modigliani coi suoi eccessi, la sua creatività, i suoi patimenti e la sua umanità, narrata attraverso la vita rocambolesca di una delle protagoniste di quel periodo, Elvira la Quique, che di Modigliani fu modella e amante. Carlo Valentini, giornalista Rai, propone con “Elvira, la modella di Modigliani” (Graus editore) una biografia-romanzo in cui si ripercorre tutta l’avventura artistica e personale di Amedeo Modigliani, ricostruendo il legame che unì il pittore alla modella di alcuni dei suoi celebri nudi, allo stesso tempo casti e ammiccanti.
Attraverso Elvira, eroina quasi inconsapevole di una delle stagioni più esaltanti della recente storia artistica europea, l’autore, con stile stringato, quasi da reportage giornalistico, ci conduce nel cuore  della Parigi bohemienne, ci fa conoscere i suoi abitanti poi divenuti famosi e ci guida in quelle irripetibili atmosfere in cui si intrecciavano libertà  e gioia, frustrazioni e amarezze, illusioni e disillusioni, amori e tradimenti. Si tratta di una riproposizione della vita artistica di Modigliani da un’ottica assai originale che attinge anche a documenti inediti e che conferma come spesso la genialità nel mondo dell’arte venga riconosciuta solo dai posteri, non a caso l’artista morì di stenti mentre l’8 novembre 2006 la casa d’aste Sotheby’s ha aggiudicato a New York un suo quadro per 31 milioni di dollari.

(a.d)

 

TV

Anticipazioni Una Vita: da lunedì 5 a venerdì 9 dicembre 2016

Scopriamo cosa ci riservano le puntate della soap Una Vita, per questa prima settimana del mese di dicembre.

Gossip

Uomini e Donne, trono gay, Claudio ha scelto Mario e commenta su Instagram” “Sedersi e avere un unico pensiero. Fantastico”

Venerdì 2 Dicembre, si è registrata la puntata della scelta di Claudio Sona. Il tronista diviso tra i due pretendenti Francesco Zecchini e Mario Serpa, sceglie Mario!  Si è […]

TV

Anticipazioni Beautiful: da lunedì 5 a sabato 10 dicembre 2016

Tutte le anticipazioni della soap Beautiful per la prima settimana di dicembre…

TV

Anticipazioni Una Vita: quale sarà il destino di German?

German e Manuela sono morti, eppure anticipazioni spagnole fanno sperare in un ritorno della Manzano, cosa ne sarà invece del suo amato Medico?

Gossip

L’ultima esterna di Claudio e Mario: video

Claudio e Mario “paparazzati” da una fan nell’ultima esterna insieme a Napoli. L’esterna è stata registrata tre giorni fa, i due ragazzi erano nel capoluogo campano […]

TV

Il Segreto Anticipazioni Spagnole: Francisca ha ucciso Salvador Castro

Anticipazioni provenienti dalla Spagna scagionano Soledad, non è lei ad aver ucciso Salvador Castro…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag