Benzine: l’energia della mente. Alla Triennale

Alla Triennale di Milano ancora per pochi giorni, una mostra dedicata ad arte e scienza, in cui si riscopre la Mente come risorsa infinita di creatività

La Triennale di Milano – sino al 24 prossimo – si propone di valorizzare con una mostra che combina arte e scienza, quello che viene identificato come il “potere creativo” della mente, mediante un percorso che si sviluppa in sette ambienti diversi e coinvolge differenti tematiche che vedono come indiscusso protagonista il potenziale dell’essere umano.

Le “benzine” della mente che vengono trattate in questa esposizione sono “l’Arte”, intesa come la capacità di immaginare; la “Creatività” come fonte originaria di nuove possibilità; le idee in quanto motore di sviluppo; il rapporto con gli “Altri” e l’importanza del contatto personale come ricerca di nuove opportunità; il “sapere imparare”, competenza fondamentale per un futuro progresso; il “Nuovo” come funzione di generatore di cambiamenti (che vede esposto il primo modello di radio) e infine la “Passione”, ovvero l’obbiettivo di superare i propri limiti e di migliorare sé stessi.

Gli artisti esposti in questa mostra, evidenziano la loro analisi di queste tematiche mediante opere ed installazioni video come “Casting” (2000) di Joao Onofre o “Variations“(2011) di Marinella Senatore, ed opere più tradizionali come “I Copy Therefore I Am” (2009/2011) del collettivo danese Superflex , che propone una rivisitazione del celebre motto cartesiano “Penso Quindi Sono“, rielaborandolo come una contemplazione del consumismo moderno. Ancora Tim Rollins + K.O.S. (Kids of Survival) che propone una serie di opere legate al tema dell’origine della specie di Darwin (“The Origins Of The Species – after Darwin” 2012), da Giordano Bruno (“De Immen – after Giordano Bruno” 2010/2011) e da Strauss (“The Metamorphosen – after R.Strauss” 2008) , realizzate con materiali poveri come pagine di libri, inchiostro ed acrilici.

Il gruppo di artisti Raqs Media Collective originario di New Delhi, con l’installazione “Revoltage” (2010), mostra un gioco di parole, tre Re – Volt – Age,  formate da lampadine che vengono illuminate alternativamente, suggerendo un messaggio implicito di rivoluzione artistica che traccia nuovi orizzonti creativi per il futuro.
La mostra si conclude con un’ultima proiezione video che ha come protagoniste diverse personalità del mondo dello spettacolo come Giancarlo Giannini, Teo Teocoli, Rosita Celentano, Raul Montanari, Andrèe Ruth Shammah e molti altri, nella loro personale descrizione di quale sia la loro “benzina”, cosa anima le loro vite e carriere, al fine di comprendere quale sia l’origine della creatività e come diffonderla.

“Quando dedichi del tempo a leggere un libro, ad ascoltare della musica, o a guardare un quadro, la prima cosa che fai è rivolgere l’attenzione all’interno. “

L’Arte è dentro di noi, basta solo scoprirla.

(Giulia Ghandour)

Gossip

Mariah Carey: foto hot su Instagram

Gli scatti bollenti della cantante infuocano il web

TV

Pechino Express: con Silvia Farina la cavalcata diventa Hot

Da un’innocente cavalcata al bollino rosso, la serata di Rai 2 si fa calda con Silvia Farina…

Gossip

Serena Williams: 35 anni da urlo

Tanti auguri alla pantera del tennis!

TV

Anticipazioni Beautiful: Wyatt libera Liam

Wyatt scopre il rapimento di Liam e riesce finalmente a portarlo in salvo dopo mesi di prigionia….

TV

Grande Fratello Vip: Clemente Russo e il caso “friariello”

E’ polemica nella seconda puntata del Grande Fratello Vip, sotto accusa Clemente Russo, reo di aver definito Bosco Cobos “friariello”…

TV

Anticipazioni Un Posto al Sole: dal 26 settembre al 1 ottobre

Scopriamo cosa ci riservano le puntate di Un Posto al Sole per l’ultima settimana di settembre…

Un commento su “Benzine: l’energia della mente. Alla Triennale”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag