Andy Warhol’s stardust

Il Museo del Novecento di Milano ripercorre la storia del celebre artista Andy Warhol in una collezione esclusiva che “racconta” mediante le sue opere, l’evoluzione della pop art americana

Andy Warhol, figura predominante del movimento della Pop Art approda nelle sale del Museo del Novecento di Milano grazie alla rinnovata collaborazione con la Bank of America Merrill Lynch (che vede una sua precedente collaborazione con il museo con la mostra fotografica “Conversations” dello scorso anno). Andy Warhol’s Stardust si presenta come un breve ma significativo viaggio nella storia e nell’evoluzione stilistica di uno dei più celebri artisti contemporanei.

Il titolo stesso della mostra “Stardust” (polvere di stelle), richiama fortemente la figura di Warhol come artista in senso pratico: molte delle sue stampe infatti, furono realizzate mediante l’utilizzo di polvere di diamanti e, in senso concettuale, come “stella” del panorama artistico internazionale.

La mostra si apre con una delle più celebri stampe dell’artista: Marylin (1967) , realizzata come omaggio in seguito alla morte dell’attrice, a seguire con una serie di opere ritraenti personaggi fumettistici come il celebre Mickey Mouse e Superman.

La serie “Interview” rimanda al legame dell’artista con il mondo della musica e dello spettacolo, in cui vediamo ritratti Yoko Ono, Charlie Sheen, ed altre “stelle” internazionali come David Bowie (anch’egli legato al termine “Stardust” grazie al suo celeberrimo alter-ego Ziggy Stardust), culminando con una raccolta di quattro opere dedicate a Muhammad Alì (1974). La riflessione di Warhol sulla realtà consumistica moderna viene ampiamente descritta dalla celebre serie di dieci serigrafie “Campbell’s Soup” (1969), che insieme al sopracitato ritratto di Marylin Monroe costituiscono la punta di diamante della sua produzione, e ne caratterizzano l’immagine in questa esposizione milanese.

Se volete sapere tutto di Andy Warhol basta guardare la superficie dei miei quadri e dei miei film, di me. Eccomi: non c’è niente dietro” – Andy Warhol (Giulia Ghandour)

 

 

 

 

© Riproduzione riservata

Musica

Home Festival: A sorpresa arriva Gio Sada, vincitore di X Factor

Dopo un anno di attesa oggi alle 18 si aprono ufficialmente le porte dell’edizione 2016 di Home Festival. Sarà la data zero, un dono a […]

Gossip

La modella Sara Sampaio contro i fotografi: mi hanno violata

La giovane star della moda fotografata in topless ha attaccato duramente i paparazzi

TV

Courteney Cox mai più botox

L’ex star di Friends ammette: ‘non ricorrerò mai più alla chirurgia’

Gossip

Uomini e Donne: Claudio Sona il primo tronista del trono gay

Dal 12 Settembre torna Uomini e Donne, il format si evolve anche per le coppie omosessuali

Gossip

Keira Knightley: uso parrucche da 5 anni

L’attrice inglese confessa di non avere più capelli per i numerosi trattamenti a cui li ha sottoposti

Gossip

Tutti vogliono Cara Delevingne

La super modella britannica è il simbolo di una generazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag