Amsterdam. Riapre il Van Gogh Museum

Dopo sette mesi di chiusura, il museo van Gogh di Amsterdam riaprirà il primo maggio fresco di ristrutturazioni. Ad inaugurare la nuova stagione una grande mostra per il 160mo anniversario di Vincent

Quando Vincent (1853 – 1890) si sparò al petto, esiliato com’era da ogni speranza e da ogni riconoscimento pubblico, la gran parte delle sue opere, fatta esclusione per quelle che aveva regalato in giro, erano nelle mani del fratello minore, Theo van Gogh, l’unica persona che non gli aveva mai negato sostegno ma che evidentemente non era riuscito a salvarlo da se stesso. E’ questa collezione, seppur depauperata, confluita nel ’62 nella Vincent van Gogh Foundation, a costituire il nucleo del museo van Gogh di Amsterdam. Ovvero, la più grande raccolta al mondo di opere di Vincent, ricca com’è di 200 dipinti e 400 disegni, e accresciuta da lavori degli “artisti del Boulevard Petit“ come Paul Gauguin e Henri de Toulouse-Lautrec; e ancora, della celebre collezione delle stampe giapponesi di Vincent, e da alcune opere di artisti “anziani” che lui ammirava particolarmente, come Millet e Lhermitte. E depositario di quella straordinaria testimonianza storica, umana, artistica, rappresentata da oltre 700 lettere in prevalenza indirizzate a Theo.

Inaugurato nel 1973 il Museo van Gogh, progettato dall’architetto olandese Gerrit Rietveld, riaprirà il primo maggio dopo sette mesi di chiusura ed una ristrutturazione completa che l’ha munito di soluzioni modernissime ed eco sostenibili per la perfetta conservazione delle opere, come quelle celle scavate a 160 metri di profondità che raccolgono il calore estivo e lo rilasciano in inverno.  Intanto, e fino al 25 aprile, un’ampia selezione delle opere di sarà ancora visibile al museo dell’Hermitage, in attesa che nella Museumplein, dove per altro nei prossimi giorni riaprirà il Rijksmuseum, il Van Gogh museum inaugurerà con una mostra storica. (www.vangoghmuseum.nl )

IL “MISTERO” VAN GOGH

Da dove arriva la grande conoscenza di questo autodidatta cresciuto nella provincia olandese col pensiero di fare il predicatore? Com’è stato possibile che in soli dieci anni di lavoro – Vincent cominciò a dipingere a 28 anni e morì a 37 – abbia potuto incidere così profondamente nella storia dell’arte, fino a diventare l’artista più riconosciuto del mondo (come lui solo Picasso e Leonardo) e a lasciare al mondo oltre 800 dipinti e un migliaio di disegni ? In che modo è stato influenzato dai suoi contemporanei? Era un innovatore o i suoi contemporanei erano impegnati in esperimenti analoghi?

A queste e ad una lunga serie di domande hanno provato a dare risposta, negli ultimi otto anni, gli studiosi di un gruppo di ricerca multidisciplinare convocato dall’Agenzia Beni Culturali dei Paesi Bassi chiamato ad analizzare gli aspetti storici e tecnico-scientifici delle opere di van Gogh. I risultati saranno presentati nella mostra “Van Gogh at work” che porterà alla visone oltre 200 dipinti, opere su carta, quaderni di schizzi e lettere. La promessa? Avvicinare il pubblico all’affascinante processo di creazione dietro alle opere del geniale artista.  Ovviamente ritorneremo a parlare della mostra non appena saranno resi noti e disponibili ulteriori dettagli; l’esposizione si annuncia dunque come momento culminante di un processo di riscoperta dell’intellettuale van Gogh partito già da qualche anno e portato alla diffusione del pubblico grazie ad alcune mostre allestite nel tentativo di liberare l’artista dalle stigmate della propria “malattia” e restituire alla verità storica l’immagine non di un selvatico spontaneista ma di un artista consapevole, che ha approfondito, studiato ed elaborato nel profondo le tematiche di proprio interesse.  (a.d)

DALLA COLLEZIONE DEL VAN GOGH MUSEUM: 

 

 

TV

Anticipazioni Una Vita: quale sarà il destino di German?

German e Manuela sono morti, eppure anticipazioni spagnole fanno sperare in un ritorno della Manzano, cosa ne sarà invece del suo amato Medico?

Gossip

L’ultima esterna di Claudio e Mario: video

Claudio e Mario “paparazzati” da una fan nell’ultima esterna insieme a Napoli. L’esterna è stata registrata tre giorni fa, i due ragazzi erano nel capoluogo campano […]

TV

Il Segreto Anticipazioni Spagnole: Francisca ha ucciso Salvador Castro

Anticipazioni provenienti dalla Spagna scagionano Soledad, non è lei ad aver ucciso Salvador Castro…

Gossip

Nove mila euro alla Arcuri per accendere un albero di Natale

Sarà Manuela Arcuri la madrina per l’accensione dell’Albero di Natale a Salerno. Un evento tradizione che da il via ai festeggiamenti pubblici organizzati nella città ogni […]

Musica

Tiziano Ferro raddoppia i concerti a Roma e Milano

Il 2017 segnerà l’atteso ritorno live di Tiziano Ferro. Dopo il grande tour negli stadi italiani e nei palazzetti europei del 2015, Tiziano torna finalmente […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta di Claudio Sona!

L’attesa è finita. Oggi, Venerdì 2 Dicembre, si concluderà il trono gay di Uomini e Donne con la scelta di Claudio.  Scelta che sarà tra […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag