Aleppo. Muore la storia sotto i colpi di mortaio

Cinquemila anni di storia sull’orlo del precipizio, la monumentale città di Aleppo stretta in una guerra civile che la politica internazionale non sa, non vuole, non può contrastare rischia la devastazione mentre fonti giornalistiche riferiscono che il portale d’ingresso alla cittadella, il monumento simbolo della città, sia ormai sbriciolato sotto i colpi di mortaio

E’ sempre così, tra le vittime di guerra ogni volta occorre annoverare il patrimonio storico e artistico, in un lungo elenco di devastazioni che parte dall’antichità e arriva a oggi. Oggi che è la Siria ad essere al centro della disputa, ed evidentemente non è bastato nei giorni scorsi l’appello del direttore generale dell’UNESCO Irina Bokova a tutte le parti coinvolte nel conflitto a proteggere il patrimonio culturale del Paese. Non è bastato se è vero (e le fonti sono più che attendibili) che parti di quella cittadella che domina la città di Aleppo siano irrimediabilmente distrutte. Il conteggio dei danni arriverà, chissà quando.  Si potrebbe obiettare, con storico cinismo, che nei millenni sia stata proprio guerra a disegnare il profilo dell’acropoli, caratterizzata da quella una fortezza medievale costruita ad uso militare e in grado di proteggere dagli assedi oltre 10.000 persone. In realtà la collina è assai più antica e formata dai diversi strati degli edifici che si sono costruiti uno sulle rovine dell’altro. Gli archeologi vi hanno trovato due leoni di basalto che ornavano il tempio ittita di Hadad, cose del X secolo a.C, ma si ritiene che la cittadella si sia formata già ai primi insediamenti nella città, 5000mila anni fa e che fosse fortificata, dagli Amorrei del regno di Yamkad, nel II millennio a.C.

L’inseguirsi della storia ha lasciato ad Aleppo tracce straordinarie. Situata al crocevia delle rotte commerciali, la città è stata governata nei millenni da Ittiti, Assiri, Accadi, Greci, Romani, Omayyadi, Ayyubidi, Mamelucchi e Ottomani, e tutti vi hanno lasciato la loro impronta, tracce che sovrapponendosi e intersecandosi sono andate a comporre un tessuto urbano unico e affascinante: la fortezza, la Grande Moschea, i caravanserragli, gli hammam, le case tradizionali, i templi sufi, le fabbriche di sapone, quel famoso sapone di Aleppo a base d’olio d’oliva e alloro che uguale è stato ritrovato negli scavi archeologici babilonesi. Troppo importante questa storia, troppo antica per vedersela morire nel silenzio di una guerra che il mondo non sa risolvere.

E allora almeno bisogna parlarne, ricordare e raccontare di Aleppo, ma anche della vecchia Damasco, delle rovine di Palmira, del caravanserraglio dei cavalieri e del castello crociato (quello che evoca le vicende di Saladino) e ancora, dei villaggi antichi del nord del Paese. L’ UNESCO li ha inseriti tutti nell’elenco dei beni patrimonio dell’umanità, appartengono anche a noi… (g.m)

Une visite d’Alep en Syrie di Autour_du_Monde

TV

Anticipazioni Una Vita: quale sarà il destino di German?

German e Manuela sono morti, eppure anticipazioni spagnole fanno sperare in un ritorno della Manzano, cosa ne sarà invece del suo amato Medico?

Gossip

L’ultima esterna di Claudio e Mario: video

Claudio e Mario “paparazzati” da una fan nell’ultima esterna insieme a Napoli. L’esterna è stata registrata tre giorni fa, i due ragazzi erano nel capoluogo campano […]

TV

Il Segreto Anticipazioni Spagnole: Francisca ha ucciso Salvador Castro

Anticipazioni provenienti dalla Spagna scagionano Soledad, non è lei ad aver ucciso Salvador Castro…

Gossip

Nove mila euro alla Arcuri per accendere un albero di Natale

Sarà Manuela Arcuri la madrina per l’accensione dell’Albero di Natale a Salerno. Un evento tradizione che da il via ai festeggiamenti pubblici organizzati nella città ogni […]

Musica

Tiziano Ferro raddoppia i concerti a Roma e Milano

Il 2017 segnerà l’atteso ritorno live di Tiziano Ferro. Dopo il grande tour negli stadi italiani e nei palazzetti europei del 2015, Tiziano torna finalmente […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta di Claudio Sona!

L’attesa è finita. Oggi, Venerdì 2 Dicembre, si concluderà il trono gay di Uomini e Donne con la scelta di Claudio.  Scelta che sarà tra […]

Un commento su “Aleppo. Muore la storia sotto i colpi di mortaio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag