Addio Anni 70. Arte a Milano 1969-1980: l’incredibile decennio milanese in mostra

Dal 31 maggio al 2 settembre Palazzo Reale a Milano apre le sue porte: 2500 mq espositivi per oltre 70 artisti rappresentati e un racconto perfetto degli anni Settanta Milano.

Addio Anni 70. Arte a Milano 1969-1980 in mostra a Palazzo Reale a Milano dal 31 maggio al 2 settembre è un viaggio espositivo attraverso i protagonisti, i volti, le situazioni e le figure che a Milano hanno operato tra la fine degli anni Settanta e l’inizio degli anni Ottanta. La mostra è ideata e prodotta dal Comune di Milano– Cultura e Palazzo Reale, su un progetto di Francesco Bonami e Paola Nicolin, con il sostegno di 24 ORE Cultura – Gruppo 24 ORE.

 

 

All’interno del percorso espositivo sono presenti opere di pittura, scultura, fotografia, video e film d’artista, installazioni, documentazione video e sonora legata ad azioni irripetibili come performance, happening, concerti, spettacoli teatrali e di teatro danza, completate da una selezione di materiale editoriale, proveniente da archivi privati e pubblici. Il fine di questa imponente esposizione è quello di fornire, attraverso il melange di tutte queste forme artistiche, una lettura completa di quegli anni e di quel periodo storico.

 

 

Gli artisti in mostra saranno tra gli altri: Ugo Mulas, Gianni Berengo Gardin e Gabriele Basilico; non mancheranno le sculture di Arnaldo Pomodoro e neanche le famose installazioni di Luciano Fabro e di Luise Nevelson.

“Addio Anni 70 desidera restituire una situazione complessa, una solida polifonia di voci di un decennio irregolare, caratterizzato dalla coincidenza degli opposti, compreso tra l’esaurirsi della stagione delle speranze, delle utopie, del protagonismo dei soggetti collettivi e delle grandi trasformazioni del’68 e la corsa al benessere diffuso e protetto, al consolidarsi dell’individuo attorno alle categorie del mercato e dello sviluppo economico”

Così hanno spiegano Francesco Bonami e Paola Nicolin, curatori della mostra, che descrivono così l’evento:

“In mezzo ci sono dieci anni che hanno fatto di Milano una delle città più insanguinate dalla strategia della tensione e del terrorismo, una città simbolo per il Paese, dove convivono due anime: l’anima violenta della guerriglia e l’anima post-moderna, gaudente, che sboccerà nei successivi anni Ottanta. Queste due anime convivono per tutto il decennio e contribuiscono a connotarlo come un periodo “doppio”, come un “gemello”. Così facendo del decennio la mostra desidera sottolineare quella condizione di compresenza di due anime e insieme riflettere un preciso modo di intendere il ruolo dell’artista e il processo creativo come sintesi di dualismo d’intenti”

 

 

In questo senso si muove anche il progetto editoriale concepito come integrazione della mostra, di uguale importanza e rilievo nella economia del racconto. Il libro che accompagna l’esposizione, realizzato da Mousse, è infatti un’antologia di testi e immagini d’epoca, selezionati e ristampati per l’occasione. Si tratta di documenti introvabili, provenienti da archivi, gallerie, fondazioni e biblioteche, utile punto di partenza per chiunque fosse interessato ad ulteriori sviluppi e analisi della storia artistica milanese.

L’assessore alla Cultura della città di Milano Stefano Boeri in merito alla mostra Addio Anni 70. Arte a Milano 1969-1980 ha fatto sapere:

“Una mostra di grande qualità espositiva e di assoluto rigore scientifico, con opere e testi ri-esposti oggi per la prima volta dagli anni Settanta, in un contesto di assoluta gratuità che dà il senso del nuovo corso della politica culturale milanese. Una grande mostra, con oltre 2500 mq espositivi per oltre 70 artisti rappresentati, che racconta in modo inequivocabile come negli anni Settanta Milano sia stata una delle capitali europee dell’arte e della cultura. Oggi possiamo dire che le esperienze artistiche milanesi hanno trasformato il decennio più vitale e controverso del ventesimo secolo in un momento fondamentale della storia della cultura internazionale. In quel decennio così complesso e difficile, infatti, a Milano sono nati – e da Milano sono partiti – spunti estetici e di ricerca che hanno poi influenzato le esperienze di molti dei più noti artisti contemporanei”

ADDIO ANNI 70 ARTE A MILANO 1969 – 1980

Milano, Palazzo Reale
31 Maggio – 2 Settembre 2012
Ingresso gratuito

Orari
lunedì: 14.30_ 19.30
martedì, mercoledì, venerdì, domenica: 9.30-19.30
giovedì e sabato: 9.30_ 22.30
(ultimo ingresso un’ora prima della chiusura)

Gossip

Uomini e donne: Sonia Lorenzini è la nuova tronista

L’ex corteggiatrice di Claudio D’Angelo, sale sul trono: è Sonia Lorenzini la nuova tronista ! La bella 27 anni di Mantova, chiuso definitivamente il capitolo Claudio, è […]

Gossip

Uomini e donne, oggi la scelta finale di Claudio D’Angelo: il tronista ritorna in trasmissione.

Colpo di scena a Uomini e Donne, il tronista Claudio D’Angelo che nell’ultima puntata aveva annunciato di voler abbandonare il programma, è tornato nella trasmissione con […]

Gossip

Bufera su Jennifer Lawrence: “Mi sono grattata il sedere su alcune rocce sacre”, video

L’attrice Jennifer Lawrence,  ospite nel programma britannico al “The Graham Norton Show”, racconta di un prurito inarrestabile al sedere, placato da una grattata su alcune rocce […]

Film

Riccardo e la dedica a Camilla su Instagram: “Questo cielo è per te”

“…Ti dedico il cielo sopra Roma…” Questa la dedica dell’ex tronista Riccardo Gismondi a Camilla Mangiapelo sul profilo ufficiale Instagram dell’ex tronista. Al momento i due ragazzi […]

TV

Bake Off Italia presenta una Celebrity Edition

Stasera, 9 dicembre 2016, Real Time presenta una speciale puntata con tanti protagonisti Vip.

Film

Gli attori pagati troppo del 2016: in testa per il secondo anno consecutivo Johnny Depp

Come ogni anno, il magazine Forbes ha stilato la lista degli attori meno redditizi del cinema. Al primo posto, ancora una volta, Johnny Depp. La […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Tag